Beagle Green Hill: Vegan ha partorito

Condividi questo articolo:

Vegan, la fattrice liberata da Green Hill, ha partorito. Il parto ha visto venire alla luce 5 cuccioli, ma solo due sono sopravvissuti

Vegan, il primo cane liberato da Green Hill, nelle scorse ore ha dato alla luce i suoi cuccioli e lo ha fatto, finalmente, in libertà. Vegan al momento dell’adozione era una fattrice e i suoi padroni l’avevano adottata proprio per questo, certi che anche ai cuccioli nati avrebbero donato tanto amore.

In realtà il parto di Vegan non è andato benissimo: un cucciolo di beagle è nato morto e altri due, troppo deboli, sono morti nelle ore successive. Ad essere sopravvissuti sono solo due cuccioli beagle, le cui condizioni sembrano buone. Con molta probabilità le condizioni dei cuccioli morti, troppo deboli per sopravvivere, dipendono dai tanti parti a cui è stata costretta Vegan nella sua vita di 4 anni dentro i capannoni di Green Hill.

Cuccioli vegan_Green_Hill

Questo sarà l’ultimo parto di Vegan. Ora la fattrice di Green Hill non dovrà più subire e non dovrà più essere una macchina di produzione. Vegan è stata accolta da una famiglia che la ama: al momento dell’adozione la fattrice è stata assegnata a Giuliano Floris, esponente del Coordinamento ‘Salviamo i cani di Green Hill’.

Cuccioli Vegan_Green_Hill

 Vegna era stata il primo cane beagle liberato da Green Hill, il canile lager posto sotto sequestro il 18 Luglio scorso. L’azione di sequestro di Green Hill è il primo passo legale di una lotta che dura da anni. Green Hill è stata spesso oggetto di polemiche e scontri: per gli animalisti la struttura è un lager, dove i cani vengono sfruttati, vivisezionati e talvolta soppressi perché ritenuti di ‘seconda scelta’. Solo pochi mesi fa, ricordiamo, la manifestazione a Montichiari, il blitz a Green Hill, la liberazione di 50 cani beagle destinati alla vivisezione e l’arresto di 12 attivisti avevano sensibilizzato il popolo italiano su questo tema. Risale a pochi giorni fa, invece, la pubblicazione di alcune intercettazioni, che proverebbero come a Green Hill sia stata messa in atto una soppressione non autorizzata di cani, per evitare che questi potessero rientrare nell’anagrafe canina.

 (gc)

Questo articolo è stato letto 10 volte.

beagle, beagle fattrice Green Hill, cuccioli Vegan Green Hill, Green Hill, vegan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net