La plastica ecologica che si ottiene dai gusci d’uovo

Condividi questo articolo:

La plastica ecologica che si ottiene dai gusci d’uovo rappresenta l’ultima sfida ecosostenibile nel campo dei prodotti green riciclabili e biodegradabili

La plastica ecologica che si produce con i gusci d’uovo rappresenta l’ultima sfida ecosostenibile nel campo dei prodotti green riciclabili e biodegradabili. Grazie agli studi condotti da un gruppo di ricercatori inglesi dell’Università di Nottingham e Leicester, la nuova bioplastica sfrutterebbe i gusci d’uovo come ‘materia prima’, attraverso un processo di sterilizzazione ed estrazione di una particolare proteina chiamata ‘glicosamminoglicane’.

La plastica ecologica che si produce con i gusci d’uovo avrebbe quindi, come primo vantaggio, la possibilità di sfruttare l’enorme disponibilità di gusci d’uovo come fonte primaria di produzione di plastiche ‘bio’, considerando anche che i gusci d’uovo solitamente vengono cestinati nell’umido.

La plastica ecologica (o bioplastica) ha inoltre delle caratteristiche simili a quella ottenuta dalla lavorazione del petrolio, sia per leggerezza che per resistenza, con la sola differenza legata a dei costi di produzione più alti, che però possono essere ammortizzati in fase di riciclaggio.

La plastica ecologica è infatti biodegradabile e completamente riciclabile, quindi non necessita di incenerimento per essere smaltita e il suo decomporsi dà luogo ad un compost ricco di nutrienti e sostanze organiche che possono essere usate come fertilizzanti per i terreni agricoli.

Matteo Ludovisi

Questo articolo è stato letto 10 volte.

biodegradabile, ecologica, plastica, plastica ecologica, uovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net