Cina: da Cangini interrogazione a Di Maio, ‘chiarisca se su Uiguri è con Grillo’

Condividi questo articolo:

Roma, 15 giu. (Adnkronos) – “Il presidente del Congresso mondiale degli Uiguri, Dolkun Isa, ci ricorda oggi le vessazioni subite dal suo popolo da parte della Cina: campi di lavoro forzato, sterilizzazione delle donne, un milione di bambini strappati alle proprie famiglie e ‘rieducati’ all’identità cinese, negazione della libertà di culto. Con un’interrogazione parlamentare depositata questa mattina, chiedo al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, se condivide il negazionismo di Beppe Grillo e del presidente grillino della commissione Esteri del Senato, Vito Petrocelli, sulla persecuzione degli Uiguri dello Xinjiang e se non ritenga quantomeno inopportuna la scelta del fondatore del Movimento 5stelle e, prima che vi si sottraesse, dell’ex premier Giuseppe Conte di incontrare l’ambasciatore cinese a Roma proprio nelle ore in cui il presidente del Consiglio Mario Draghi denunciava al G7 la persecuzione degli Uiguri e la sistematica violazione dei diritti umani da parte della Cina. È ora di porre fine alle ambiguità grilline!”. Lo sottolinea sui social il senatore di Forza Italia Andrea Cangini.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net