ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Bollette energia: luce piu’ 1,4% e gas meno 0,6%

Condividi questo articolo:

Da oggi, le tariffe della luce aumenteranno dell’1,4%  e quelle del gas scenderanno dello 0,6%

 

 

Da oggi, lunedì 1 luglio, le tariffe della luce aumenteranno dell’1,4%, per un aggravio di 7 euro, e quelle del gas scenderanno dello 0,6%, per un risparmio di 7 euro.  Per le famiglie quindi poco cambia: aggravio e risparmio si compensano. Lo comunica l’Autorità per l’energia nell’aggiornamento trimestrale luglio-settembre.

L’aumento delle bollette dell’energia elettrica è dovuto ad una leggera diminuzione della materia prima, controbilanciato dall’atteso incremento dei costi di dispacciamento per garantire l’equilibrio e la sicurezza del sistema. Nel dettaglio, dal 1 luglio, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica sara’ di 19,196 centesimi di euro per kilowattora, con un aumento rispetto al trimestre precedente, di 0,260 centesimi di euro, tasse incluse. La spesa media annua sarà quindi di circa 518 euro così ripartiti: 276 euro (pari al 53,27% del totale della bolletta) per i costi di approvvigionamento dell’energia e commercializzazione al dettaglio; 75 euro (14,46%) per i servizi a rete (trasmissione, distribuzione e misura); 98 euro (18,98%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge; 69 euro (13,29%) per le imposte che comprendono l’IVA e le accise.

Per quanto riguarda il gas, spiega l’Autorità, prosegue il trend in discesa delle bollette da aprile scorso per effetto dell’introduzione del nuovo metodo di aggiornamento della materia prima, che porterà ad una riduzione complessiva del 7% entro l’anno.

(gc)

Questo articolo è stato letto 6 volte.

aumento bollette, bolletta energia elettrica, gas, luce elettrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net