Orto in casa, dalle feci del pesce rosso

Condividi questo articolo:

Avete un pesce rosso in casa e state pensando di crearvi un orticello domestico? Magari vi state anche chiedendo cosa c’entri l’orto con un pesce? La risposta è Aquaponics.

Avete un pesce rosso che nuota beato nella sua boccia? Bene. D’ora in poi cambiare di continuo l’acqua, controllare accuratamente la temperatura e dosare con costanza il mangime, affinché il delicato pesciolino non muoia, non sarà più un problema.  Il nuovo acquario autosufficiente si chiama Aquaponics e si propone di realizzare un perfetto ecosistema domestico tra pesci e vegetali, privo di qualsiasi forma di manutenzione, che utilizza le feci dei nostri pesci per nutrire l’orticello casalingo. Il progetto, ora finanziabile su Kickstarter, il sito per gli imprenditori in erba, è stato sviluppato dalla giovane società Back To The Roots, fondata nel 2009 da Alejandro Velez e Nikhil Arora, ex studenti dell’Università di Berkeley, già famosa per aver creato un sistema domestico per la crescita ecologica di funghi commestibili.

home-aquaponics-kit

La teoria è semplice: alla base si ha una boccia d’acqua dolce dove far nuotare il pesciolino, mentre l’estremità superiore è chiusa da uno strato di terriccio dove creare il proprio orto domestico, piantando vegetali da cucina, piante o fiori. Tramite una pompa verticale, le feci del pesce vengono spinte verso lo strato di terra, per diventare, così, fertilizzante per le piantine. In cambio, la verdura purificherà l’acqua e regalerà al pesciolino del mangime naturale.

Un ecosistema vantaggioso per tutti i suoi protagonisti: il pesce godrà di un ambiente salubre e di nutrimento, le piante potranno crescere rigogliose e i proprietari umani, non solo non si dovranno più preoccupare di cambiare l’acqua, ma potranno anche arricchire i loro piatti con i frutti del proprio orto o decorare la casa con rigogliose piante ornamentali.

Aquaponics-Garden 1

Back To The Roots è nata da una lezione universitaria, durante la quale i due designer Velez e Arora hanno scoperto come fosse possibile utilizzare alcuni tipi di rifiuti casalinghi come base per la coltivazione agricola. Così, con solo 500 dollari d’investimento e tanta fiducia del futuro, i ragazzi hanno immesso sul mercato Grow-Your-Own Mushroom Garden, un sistema per la crescita indoor di funghi commestibili. Per mettere in commercio Aquaponics, il duo avrà bisogno di almeno 100.000 dollari, come primo investimento. Perché non aiutarli?

-Fd-

Questo articolo è stato letto 123 volte.

coltivare, cucina, ortaggi, orto in casa, pesce rosso, verdure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net