ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Fase 3: Gelmini, 'stop stretta contante e far emergere quello in circolazione'-**Vaticano: fonti, Mincione non ha ricevuto comunicazioni giudiziarie**-Coronavirus: Napoli (Fi), 'prestito con Mes o si finisce in mano a banche'-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln'-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (2)-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (3)-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (4)-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (5)-Scuola: Versace (Fi), 'governo mantenga impegno per più docenti sostegno'-Scuola: Sasso (Lega), 'Fratoianni e Leu dimenticano promesse per poltrona'-Scuola: Casa (M5S), 'misure importanti ma nessun trionfalismo dopo 20 anni problemi' (2)-**Scuola: Meloni, 'incertezza su futuro e da classi pollaio a classi acquario'**-Ex Ilva: Fornaro, 'se necessario Stato intervenga in siderurgia'-Scuola: Ronzulli, 'con decreto pagina più buia sistema formativo'-Fase 3: Marcucci, 'lavorare insieme senza spot ed eventi improvvisati'-Ex Ilva: Gelmini, 'azienda non rispetta accordi ma governo inadeguato'-Scuola: Crippa, 'sì a decreto nonostante opposizioni irresponsabili'-Scuola: Crippa, 'sì a decreto nonostante opposizioni irresponsabili' (2)-Scuola: Pittoni (Lega), 'da governo nessun investimento'-Milano: consegna la droga con Glovo, rider lo fa arrestare

Design e natura, nasce l’oggetto vivente, scopri cos’e’

Condividi questo articolo:

È nata una nuova generazione di oggetti: i Natural Born Object, fusione di design e natura, stanno prendendo piede in tutta Europa, soprattutto tra i giovani artisti, che potranno partecipare, entro il 20 maggio prossimo, ad un interessante concorso internazionale

Una nuova generazione di oggetti sta diventando una vera e propria moda, prendendo piede piano piano in tutta Europa, fino all’estremo Oriente: si tratta di oggetti denominati “Natural Born Object”, ovvero mobili, lampade, letti o sedute di utilizzo comune, che ospitano piante viventi al loro interno. Sono quasi sempre giovani progettisti che, partendo dall’idea di congiungere funzionalità, tecnologia e “verde”, creano oggetti di uso quotidiano, spesso dal carattere provocatorio, con il desiderio di portare il verde, la natura e il rispetto per l’ambiente in primo piano. Gli esempi sono diversi e sono stati già presentati in occasioni di prestigio, come il Salone del Mobile di Milano: è il caso delle creazioni dell’architetto e designer francese, Mathieu Lehanneur, che con il sistema notte “Once Upon a Dream”, il letto per curare l’insonnia, e con il suo purificatore d’aria “Andrea”, ha già portato diversi esempi di “Natural Born Object” in esposizioni di alto livello, in varie città del mondo. Inoltre, la rivista Nemeton High Green Tech e Promoverde, con il patrocinio di ADI, Associazione Design Industriale, e in collaborazione con Unacoma Service, ha recentemente lanciato la prima edizione del concorso internazionale “Natural Born Object Design Award”, che mira a promuovere la diffusione di questi oggetti, oltre a quella di una cultura sostenibile. Gli oggetti selezionati dovranno contenere elementi vegetali vivi, scelti per poter durare per tutta la vita funzionale dell’oggetto. Al concorso possono partecipare designer, architetti, progettisti, scuole di design, e singoli studenti iscritti regolarmente a corsi di design e progettazione, o a facoltà di Architettura e di Agraria. Per partecipare al concorso è necessaria una preiscrizione entro il 20 aprile 2011 e la consegna dei progetti entro il 20 maggio 2011. Ulteriori informazioni, scheda di partecipazione e bando si trovano sul sito www.nemetonmagazine.net. (Fla.Do)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

architetti, artisti, casa, design, natura, oggetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net