Apicoltura urbana: una moda che impazza a Melbourne

Condividi questo articolo:

Si diffonde la moda dell’apicoltura: alveari di api mellifere vengono installati sui tetti degli edifici e nei giardini. Si proteggono le api dall’estinzione e si produce miele a km zero

Dopo la coltivazione degli orti urbani sui balconi dei palazzi e l’allevamento domestico delle galline nelle case di Parigi, impazza la moda dell’apicoltura: a Melbourne, capitale del Victoria in Australia, sono già 500 gli alveari installati sui tetti di bar, ristoranti, alberghi e giardini, grazie a una squadra di volontari del Melbourne Beekeepers Club che si dedica al loro mantenimento con il contributo della comunità. E nei prossimi giorni saranno installati altri 300 alveari.

Il progetto che prevede l’installazione di alveari nei giardini e sui tetti degli edifici si chiama ‘Melbourne City Rooftop Honey’ e ha come obiettivo principale quello di dare una nuova casa a 40 sciami di api mellifere, contribuendo a salvare la specie selvaggia dalle varie minacce di malattie e di insediamenti umani, che nel corso degli anni hanno provocato il suo declino.

La moda dell’apicoltura, oltra a dare una casa sicura alle api, ha anche altri vantaggi, come la produzione di mieli diversi, a km zero. L’ape, inoltre, svolge un ruolo decisivo nella sostenibilità della catena di approvvigionamento alimentare, perché è la chiave per l’impollinazione delle colture agricole. Per questi motivi la moda dell’apioltura si sta già diffondendo a Parigi, Londra, Toronto, San Francisco e New York City.

(gc) 

Questo articolo è stato letto 13 volte.

alveari, api, apicoltura, coltura api, miele, orto urbano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net