ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: sondaggio Ipsos, alta fiducia in Conte e nel governo, Lega primo partito-L’innovazione applicata a informazione ed educazione: Andrea Scanzi e Paolo Crepet ospiti sul Mainstage del WMF online nella giornata inaugurale-Coronavirus: Baffi si dimette da Commissione inchiesta Lombardia (2)-Fase 3: ecco lettera Conte-Sanchez a Ue, criteri a frontiere uguali per tutti-Fase 3: Conte, 'su confini Ue criteri condivisi per ritorno normalità'-Aids, diagnosi precoce e qualità della vita: a caccia di sviluppatori per soluzioni innovative-Bombardier: taglierà 2.500 posti di lavoro, pesa emergenza Covid-**Coronavirus: Baffi si dimette da Commissione inchiesta Lombardia**-Varese: spintoni e sberle all'asilo, 5 maestre indagate a Busto Arsizio-**Governo: Conte concentrato su ripresa, mai pensato a suppletive Senato**-Coronavirus: Gori, 'gesto di affetto presenza Mattarella a Bergamo il 28 giugno'-Coronavirus: Mattarella il 28 giugno a Bergamo per commemorazione vittime-Al via giovedì Forum della Comunicazione, asset anti-Covid-Coop, marzo-aprile +5% vendite ma ipermercati - 11%-Fase 3: Conte riunisce capi delegazione, Gualtieri e Patuanelli-Lombardia: consiglio regionale il 9 giugno, tra mozioni richiesta danni a Cina-Lombardia: consiglio regionale il 9 giugno, tra mozioni richiesta danni a Cina (2)-Latini (Coop): 'Sicurezza, prezzi e italianità in cima attese consumatori'-Pedroni (Coop): 'Timori per freno alla spesa, non siamo ottimisti'-Governo: Cdm impugna 4 leggi regionali, norma Abruzzo su Covid

Gang di batteri

Condividi questo articolo:

Una nuova ricerca ha analizzato i codici che utilizzano i batteri per comunicare

Gli scienziati sanno da tempo che i batteri possono combattere altri batteri, producendo una loro versione di antibiotici. Non solo. Generando proteine tossiche, alcuni batteri diventano capaci di comunicare tra loro, formando dei veri e propri social network.

Questa straordinaria scoperta è stata fatta dai ricercatori del Laboratorio Nazionale Argonne. Secondo Science Daily, il team lo ha scoperto dopo aver ottenuto strutture proteiche molecolari dal ceppo NC101 dei batteri di Escherichia coli (E. coli).

Le strutture proteiche sono state classificate come un sistema a tre parti, costituito da una tossina di inibizione della crescita (CDI) dipendente dal contatto, dal suo fattore di allungamento e dalla sua proteina di immunità.

I ricercatori sono partiti dall’idea che lo scopo di questo sistema proteico fosse duplice: la competizione e la comunicazione. Attraverso questo, le cellule batteriche interagiscono tra loro, controllano e uccidono altri agenti patogeni.

Andrzej Joachimiak, direttore del centro di biologia strutturale per la genomica strutturale del Midwest e coautore di Michalska, ha affermato: “Stiamo imparando come i batteri interagiscono e comunicano. Abbiamo alcune idee che stiamo cercando di indagare, perché le tossine possono svolgere diverse attività, possono influenzare i batteri in modo diverso. “

Non si tratta dei batteri presenti nell’intestino o nel suolo, ma di batteri coinvolti in malattie, come lo Pseudomonas aeruginosa, responsabile di patologie polmonari.

Dal momento che i batteri diventano più resistenti agli antibiotici convenzionali, i risultati di Joachimial e del suo team sono straordinari e mostrano un potenziale metodo per combattere i batteri patogeni responsabili delle malattie infettive

Questo articolo è stato letto 3 volte.

antibiotici, antibiotico, Batteri, comunicazione, comunicazione non verbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net