bucce di banana

I tuoi mobili di cereali scaduti e il tuo divano di bucce di banana

Condividi questo articolo:

bucce di banana

Sembra una provocazione eppure è la nuova frontiera del design innovativo

La start-up di design ecologico Ottan Studio ha deciso di impegnarsi nella produzione di decorazioni e mobili per la casa con il riciclo dei rifiuti di cibo.

Raccogliendo materiali come bucce di frutta, cereali scaduti, residui vegetali, foglie di alberi ed erba, l’azienda può creare mobili colorati e di tendenza con zero sprechi.

Quello che mette in moto il processo è la raccolta dei rifiuti, che avviene in luoghi come aziende locali di vendita al dettaglio, produttori di alimenti e serre.

Poi i rifiuti vengono puliti, asciugati e macinati insieme ad altri materiali, come le resine verdi.

A quel punto, la risultante viene iniettata negli stampi per creare una gamma di prodotti. In questo modo, Ottan Studio riesce a trasformare la polpa di cinque bicchieri di succo di carota o le bucce di quattro bicchieri di succo d’arancia in un paralume.

Secondo quanto spiegato proprio dall’azienda, i progettisti vogliono allontanarsi, e farci allontanare, dall’idea che il legno sia un materiale assolutamente sostenibile, poiché le abitudini di consumo del settore a livello globale continuano a danneggiare e distruggere le foreste.

Se i modelli di consumo e produzione più sostenibili non vengono modificati, spiega il sito web di Ottan Studio, tutte le foreste del mondo potrebbero essere spazzate via in meno di 100 anni.

Per questo, i progettisti vanno ancora oltre: lo studio, infatti, si impegna a piantare un albero per ogni prodotto venduto.

Utilizzando materiali che altrimenti verrebbero sprecati, come bucce, foglie e erba tagliata, l’azienda sta dimostrando che non è necessario abbattere alberi per creare prodotti eleganti. E non solo.

Tra le cose che rendono i prodotti Ottan ancora più unici, c’è anche il fatto che l’azienda non utilizza coloranti aggiuntivi, quindi i colori sono originali e naturali, generati da come i materiali di scarto influiscono sul risultato finale: per esempio la cipolla viola, il peperoncino e il melograno mantengono la loro tonalità rosata, le bucce di limone e le lenticchie danno un tocco di giallo, mentre le foglie raccolte dalla potatura degli alberi producono un morbido colore verde.

Dal momento che i prodotti sono fatti a mano, non esistono due articoli identici in tutta la produzione.

Questo articolo è stato letto 363 volte.

alberi, decorazioni, deforestazione, mobili, scarti del cibo

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net