ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Lega: sindaco Sesto San Giovanni, 'entro da moderato, mio percorso coerente'-Dl Agosto, ipotesi bonus ristorante con rimborso al 20%-Sostenibilità: 'Rivoluzione idrogeno', il libro di Alverà per cambiare il clima-"Un genitore su 3 ha rinviato le vaccinazioni dei figli con il Covid'-Fase 3: da Unicredit finanziamento leasing da 2,9 mln a Reithera con garanzia Sace-Lidl aderisce al Global Compact delle Nazioni Unite-Farmaci: direttore Aifa consegna a Mattarella rapporto su uso nel 2019 e durante Covid-Dalla transizione energetica alle persone, primo Bilancio di Sostenibilità per Q8-Migranti: nave quarantena a Lampedusa, proseguono trasbordi-Case: Covid non frena prezzi, nuovo aumento dell’1,4% a luglio-Case: Covid non frena prezzi, nuovo aumento dell’1,4% a luglio (2)-Messina: donna scomparsa con il bimbo dopo incidente, testimoni 'si è allontanata a piedi'-Messina: mamma e bimbo scompaiono dopo incidente stradale, ricerche in corso-Menarini: "Pipeline Stemline aumenterà la nostra capacità di R&D"-Titoli Stato: spread Btp-Bund apre in aumento a 158 punti-Messina: 'ospiti del Centro accoglienza avviate alla prostituzione', nove misure cautelari-Messina: 'ospiti del Centro accoglienza avviate alla prostituzione', nove misure cautelari (2)-Migranti: arrivata nave quarantena a Lampedusa, inizia trasbordo ospiti hotspot-Migranti: arrivata nave quarantena a Lampedusa, inizia trasbordo ospiti hotspot (2)-Francia: Tesoro 'congela' Morgan Stanley, per 3 mesi stop status 'specialista'

USA: pericolo peste suina

Condividi questo articolo:

La minaccia del virus mortale della peste suina africana innesca il più grande sequestro di prodotti agricoli della storia

Gli agenti federali statunitensi hanno sequestrato almeno un milione di chili di maiale che veniva contrabbandata dalla Cina attraverso più di 50 container stazionandi nei porti di New York e New Jersey: la carne potrebbe essere stata contaminata dal virus emorragico che ha ucciso migliaia di maiali e fatto schizzare il prezzo della carne alle stelle.

Il micidiale virus, che ha già colpito la Russia e l’Europa orientale, si diffonde sia attraverso i prodotti a base di carne, che attraverso i mangimi ed è molto resistente. Il virus della peste suina africana, inoltre, può sopravvivere nelle carni lavorate, come hot dog, salumi e salsicce, per mesi e mesi.

Se il virus dovesse colpire i suini statunitensi, potrebbe costare la perdita di decine di miliardi di dollari l’anno. Finora, gli scienziati sostengono che la malattia non è trasmissibile agli esseri umani, ma i più allarmisti parlano già di una possibile mutazione.

Le ispezioni non sono sufficienti. Gli Stati Uniti hanno bisogno di cambiamenti radicali non solo nelle politiche d’importazione di carne, ma anche nelle politiche d’importazione della soia. Inoltre, il rischio è molto più altro per gli animali confinati (condizione estremamente diffusa in America). Se l’industria americana del “Big Food”continua a pensare solo al guadagno, sarà difficile applicare politiche di prevenzione davvero efficaci.

In Cina, dove vive metà dei maiali del mondo, oltre mezzo milione sono già stati giustiziati per sospetta contaminazione.

Questo articolo è stato letto 52 volte.

allevamento, peste, Suini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net