ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Francia: Conte, 'solidarietà per vile attacco'-Cdp: "Con Fondo Nazionale Turismo mobilitati fino a 2 mld"-Firenze: Mattarella incontra ragazzi che salvano coetaneo, 'esempio di aiuto reciproco per tutti'-A Bari la seconda edizione degli 'Stati generali dell'Export'-A Bari la seconda edizione degli 'Stati generali dell'Export'-Gruppo Cap, utility strategiche per transizione energetica-Finanza: Sandri (BlackRock), 'cigni neri sempre più bianchi, aziende sostenibili più attrezzate'/Adnkronos-Finanza: Sandri (BlackRock), 'cigni neri sempre più bianchi, aziende sostenibili più attrezzate'/Adnkronos (2)-Finanza: Sandri (BlackRock), 'cigni neri sempre più bianchi, aziende sostenibili più attrezzate'/Adnkronos (3)-Finanza: Sandri (BlackRock), 'cigni neri sempre più bianchi, aziende sostenibili più attrezzate'/Adnkronos (4)-Finanza: Sandri (BlackRock), 'cigni neri sempre più bianchi, aziende sostenibili più attrezzate'/Adnkronos (5)-M5S: Bonafede, 'basta divisioni e polemiche'-Vescovo di Ozieri: "A Caritas né favori né atti indebiti, pronti a documentarlo"-Progetto Netwap, Comune di Campomarino acquista compostiera di comunità-**M5S: Corrao, 'congressi territori poi Stati generali, 12 novembre nuovi vertici'**-Fondirigenti, formazione spinge aumento produttività-Oncologo a medici, 'per aiutare a smettere di fumare slogan 'fallo o muori' non funziona'-Fumo, esperti: 'Innovare politiche di controllo con dispositivi a rischio ridotto'-Cdp: "Con Fondo Nazionale Turismo mobilitati fino a 2 mld"-Gorno Tempini (Cdp): "Turismo settore strategico con potenziale inespresso"

Riscaldamento globale e metilmercurio

Condividi questo articolo:

Secondo un nuovo studio, all’aumentare delle temperature degli oceani, aumenta l’esposizione delle creature marine alle sostanze neurotossiche

Abbiamo già molti motivi per combattere il riscaldamento globale ma, a fomentare questa lotta, ne arrivano sempre di nuovi: per esempio, quello rivelato da uno studio pubblicato sulla rivista Nature. Secondo i ricercatori, infatti, anche un aumento di un solo grado delle temperature degli oceani potrebbe portare a un aumento molto significativo dell’esposizione al metilmercurio tra i pesci – e quindi tra le persone che li consumano.

Lo studio ha utilizzato una varietà di modelli di simulazione per esaminare e prevedere in che modo i fattori ambientali influenzano i livelli di metilmercurio nei pesci. Sono stati utilizzati dati storici che coprono un range di più di 30 anni e che dimostrano come le concentrazioni di metilmercurio nel merluzzo nordico (Gadus morhua) sono aumentate fino al 23% tra gli anni ’70 e gli anni 2000 e quelle del tonno rosso dell’Atlantico (Thunnus thynnus) fino al 56%.

Negli ultimi quattro decenni, oltretutto, le politiche che regolano e limitano le emissioni di metilmercurio avevano agito ed erano riuscite a influire sull’esposizione a questi microrganismi che sono ritenuti responsabili «di deficit neurocognitivi a lungo termine nei bambini che persistono nell’età adulta», dice lo studio.

Secondo i ricercatori, l’aumento della temperatura degli oceani a causa del riscaldamento globale potrebbe invertire tutti questi progressi, perché l’acqua insolitamente calda rende più difficile la respirazione e il nuoto dei pesci che, a forza di consumare energia, mangiano di più e aumentano così i loro livelli di esposizione al metilmercurio. Le temperature più calde potrebbero anche alterare la disponibilità della loro dieta preferita, costringendoli a mangiare cibi ricchi di mercurio, come ad esempio avviene per i calamari.

Insomma, un’altra conseguenza dei cambiamenti climatici. Dobbiamo continuare (o iniziare) a combattere anche per questo.

 

Questo articolo è stato letto 2 volte.

cambiamenti climatici, inquinamento, merluzzo, metilmercurio, pesci, riscaldamento oceani, Surriscaldamento globale, temperature oceani, tonno, tonno rosso, tossicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net