Leggende metropolitane: i miti sull’ambiente da sfatare / 2

Condividi questo articolo:

Continua la ‘guida’ di Ecoseve.net alle leggende metropolitane sui comportamenti Ecosostenibili. Altri trucchi semplici e veloci per saper vivere in armonia con la città, l’ambiente e gli altri.

– L’uso eccessivo di aria condizionata all’interno della nostra automobile, può essere piacevole, soprattutto d’estate, durante lunghi viaggi, ma è estremamente dannoso per l’ambiente e per nostra la salute. Tuttavia, abbassare i finestrini è un’alternativa sostenibile solo se la velocità con cui viaggiamo è inferiore ai 70 km orari: al di sopra di questa soglia, infatti, l’interferenza dell’aria sull’aerodinamica del veicolo causa un consumo di carburante che equivale a quello collegato all’uso dell’aria condizionata. Perchè quindi non accontetarsi del condizionatore ad una temperatura ragionevole?

– In questi ultimi anni è aumentata la ricerca e l’acquisto di prodotti "bio". Molte marche hanno creato linee apposite, dal packaging “verde”, con etichette riportanti scritte come “bio”, “ecobio”, puro e minerale. Tuttavia la prudenza non è mai troppa e bisogna fare molte attenzione alle pubblicità ingannevoli: per essere certi della vera genuinità, “biologicità” e organicità del prodotto che vogliamo acquistare, bisogna sempre informarsi riguardo la sua composizione, la sua provenienza e la credibilità dell’azienda produttrice.

– Piantare alberi e installare pannelli fotovoltaici sono ottime mosse “green”, ma le nostre scelte ecologiche non devono diventare degli accorgimenti utili per compensare, di quando in quando, comportamenti e atteggiamenti quotidiani poco sostenibili e consumi smodati! Prestiamo attenzione, quindi, ai piccoli comportamenti quotidiani che potrebbero danneggiare l’ambiente, come lo spreco dell’acqua e una raccolta rifiuti non differenziata o differenziata male.

– Le pellicce artificiali non implicano l’uccisione di animali, ma questo non le rende veramente ecosostenibili: la maggior parte di questi capi, infatti, viene prodotta a partire da fibre sintetiche derivati dal petrolio, dannosi per l’ambiente e per noi stessi. Perché ostinarsi ad indossarle, quando ci sono alternative molto più eco-friendly?

– Avere un giardino ben curato è un piacere e un vanto, ma il consumo smodato di acqua, l’abuso di fertilizzanti e l’uso di strumenti vari per la rasatura e la rimozione delle foglie secche, non fanno di noi delle persone rispettose dell’ambiente. Per questo è bene informarsi su metodi più sostenibili, a costo di accontentarsi di un giardino meno perfetto!

(Fla.Da)

Questo articolo è stato letto 2 volte.

bio, biologico, ecosostenibilità, giardinaggio, leggendo metropolitane, pelliccie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net