ULTIMA ORA:
emissioni

Il Coronavirus e il calo delle emissioni di carbonio

Condividi questo articolo:

emissioni

Secondo un nuovo studio, la pandemia ha fatto calare del 17% le emissioni giornaliere globali di carbonio

Si è parlato quasi immediatamente di come la pandemia causata dal Coronavirus abbia permesso al pianeta di prendersi una pausa dall’inquinamento costante che viene prodotto dalle attività umane. Ovviamente, non era questa la maniera in cui ci immaginavamo di fare qualcosa per il pianeta.

Eppure, secondo un nuovo studio condotto dagli scienziati della University of East Anglia nel Regno Unito, le emissioni giornaliere di carbonio sono diminuite di un sorprendente 17% proprio a causa della pandemia di Coronavirus.

L’ultima volta che sono stati rivelati livelli così bassi è stato nel 2006.

«Il confinamento della popolazione ha portato a drastici cambiamenti nel consumo di energia e nelle emissioni di CO2», ha detto in un comunicato stampa Corinne Le Quéré, professoressa presso la University of East Anglia e autrice principale dello studio pubblicato sulla rivista Nature Climate Change.

Secondo lo studio, i cambiamenti più significativi nelle emissioni sono stati osservati in Cina, negli Stati Uniti e in Europa.

Il calo è stato così sostanziale che metterebbe le nazioni del mondo su una buona traiettoria per raggiungere gli obiettivi climatici che sono stati delineati nell’accordo di Parigi delle Nazioni Unite.

Sfortunatamente, però, è molto improbabile che questo calo duri.

«È probabile che queste riduzioni estreme siano temporanee, poiché non riflettono cambiamenti strutturali nei sistemi economici, di trasporto o energetici», ha detto Le Quéré. Aggiungendo che «la misura in cui i leader mondiali considerano i cambiamenti climatici quando pianificano le loro risposte economiche post COVID-19 influenzerà i percorsi globali delle emissioni di CO2 per i decenni a venire».

Per mantenere basse le emissioni di carbonio, gli amministratori locali potrebbero incoraggiare cose come camminare, andare in bicicletta e usare biciclette elettriche, che tendono anche ad essere «molto più economiche e migliori per il benessere e la qualità dell’aria rispetto alla costruzione di strade, e preservano il distanziamento sociale», secondo Le Quéré.

Questo articolo è stato letto 44 volte.

abbassamento, CO2, COVID19, emissioni, emissioni di carbonio, riduzione

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net