nuoto

Fitness: nuoto ‘elisir’ per curare il cuore

Condividi questo articolo:

nuoto

Praticare nuoto fa bene al cuore. Una ricerca americana dimostra che il nuoto regola la pressione e migliora la funzione vascolare del cuore

Nuotare regolarmente aiuta a bruciare le calorie in eccesso, abbassare lo stress e, da oggi, anche a ridurre i rischi cardiovascolari per il cuore. Scegliere di dedicarsi regolarmente alla disciplina olimpica per 3-4 volte a settimana dai 15 ai 45 minuti, può abbassare la pressione e migliorare la funzione vascolare del cuore. Lo afferma uno studio dell’University of Texas a Austin, pubblicato sull’American Journal of Cardiology. Secondo i ricercatori, che hanno esaminato 43 adulti con una vita sedentaria e una pressione arteriosa elevata, seguendo un programma di 3 mesi di nuoto moderato si riesce a far diminuire la pressione sanguigna sistolica di una media di 9 punti.

Per la prima volta e’ stato dimostrato che il nuoto, se praticato per 3-4 volte a settimana, dai 15 ai 45 minuti porta ad un significativo miglioramento nella funzione vascolare dei pazienti. L’arteria carotidea,  in chi ha deciso di allenarsi in vasca, è diventata più elastica e reattiva ai cambiamenti del flusso sanguigno. Un segnale molto utile perchè quando queste arterie sono rigide il cuore ha più difficoltà a pompare il sangue.

(gc)

Questo articolo è stato letto 17 volte.

cura del cuore, malattie cardiovascolari, malattie cuore, nuotare, nuoto cuore, sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net