ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
#Forumautomotive, appello filiera per attivare subito un piano nazionale strategico per la mobilità-**Coronavirus: in serata Conte vede capigruppo maggioranza**-Università Milano-Bicocca: "Così lo smartphone può interferire nella relazione genitori-figli"-Coronavirus: Università Cattolica, da domani stop lezioni in presenza a Milano e Brescia-Coronavirus: Università Cattolica, da domani stop lezioni in presenza a Milano e Brescia (2)-Dl Ristori: iniziato Cdm-Coronavirus: D'Incà, 'ora coesione, nessuno cavalchi protesta'-Coronavirus: Conte, 'nessuna attività più importante di altre, no categorie serie B'-Di Battista: "Governo concentrato su pandemia, d’accordo su rinvio Stati generali"-Caso Saguto: domani sentenza per l'ex giudice e il 'cerchio magico', chiesti 15 anni/Adnkronos (2)-Caso Saguto: domani sentenza per l'ex giudice e il 'cerchio magico', chiesti 15 anni/Adnkronos (3)-Caso Saguto: domani sentenza per l'ex giudice e il 'cerchio magico', chiesti 15 anni/Adnkronos (5)-Coronavirus: Conte, 'ridurre socialità per tenere sotto controllo curva contagi'-Coronavirus, oltre 2mila spettatori per 'Tosca' in streaming dal 'Del Monaco' di Treviso-Covid, Q8 consegna tablet e notebook a scuole Napoli Est-Acea: Gola, 'possiamo svolgere ruolo attivo importante in uso Recovery per infrastrutture'-M5S: Di Battista, 'governo concentrato su pandemia, d’accordo su rinvio Stati generali'-Consumi energetici, italiani attenti alla sostenibilità-Coronavirus: Marcucci, 'capienza mezzi pubblici al 50% come in Toscana'-Acea: Gola, 'manteniamo politica dividendi, in 2021 dividendo minimo di 0,80 euro'

Bambini in sovrappeso? Colpa della dieta poco varia

Condividi questo articolo:

Una ricerca rivela: quasi 7 mamme su dieci non propongono ai figli cibi non graditi ai bambini. Risultato: una dieta poco varia che li espone precocemente al rischio di essere in sovrappeso

Bambini in sovrappeso? La colpa anche delle mamme, che spesso propongono ai figli una dieta troppo poco varia e diversificata.

Per evitare che i bambini siano in sovrappeso, condizione che li sottopone ad una serie lunga ed importante di rischi per la loro salute, è necessario che la dieta sia il più possibile varia. Anche a costo di preparare pietanze più difficili da far apprezzare ai più piccoli.

Una ricerca eseguita nel Lazio dal Ministero della Salute, su bambini di 3-6 anni, evidenzia come l’85,2% delle mamme del campione non assumeva mai o raramente cibi non graditi, e il 68% di loro non proponeva, mai o raramente, ai propri figli cibi che essi non gradivano.

Per quanto riguarda i cibi nuovi, questi venivano assunti raramente o occasionalmente dalle mamme (79% del campione) e dai loro bambini (75% del campione).

“I dati presentati oggi al Ministero da una parte enfatizzano l’importanza e l’efficacia di pregetti di prevenzione tesi a ridurre l’entità del problema, ma dall’altra supportano ancora di più la necessità di interventi di educazione alimentare e sugli stili di vita come i soli capaci di ridurre l’entità del sovrappeso – spiega Giuseppe Morino, responsabile dell’Unità Operativa di Dietologia clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Questi elementi indirizzano ulteriormente a interventi di sensiblizzazione delle famiglie a una corretta alimentazione sin dai primi anni di vita (allattamento materno, corretto divezzamento, riduzione della selettività).

Se questo non basta, e i bambini tendono comunque al sovrappeso, si rendono necessari interventi di educazione nutrizionale con coinvolgimento di ragazzi, genitori, scuola e media, come avviene nei percorsi terapeutici effettuati nell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

(Red)

Questo articolo è stato letto 7 volte.

bambini, bambini sovrappeso, bambino sovrappeso, dieta, obesi, peso, sovrappeso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net