ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Ucraina: amministrazione russa, 'è falso, non lasciamo centrale Zaporizhzhia'**-Ucraina: 4,7 milioni di rifugiati ricevono status di protezione temporanea in Europa-Csel, in era pre-crisi energetica spesa media delle bollette dei Comuni italiani era 30mila euro mese-Csel, da caro energia per Comuni rischio costi aggiuntivi per 1,6 mld quest’anno-Ucraina: Usa valutano se fornire a Kiev piccole bombe di precisione-Ue: Tajani, 'Europa senza leader, se si va avanti così saremo un vaso di coccio'-Ucraina: madri russe lanciano petizione contro la guerra-Ischia, Vigili del fuoco al lavoro anche stanotte per cercare i dispersi-Qatar 2022: Lele Adani, 'mia telecronaca? Ha parlato Messi, io ho solo trasferito'-**Pd: Nardella in campo con sindaci, 'terza via tra Bonaccini e Schlein? Lavoro per unire'**-Ischia: Calenda, 'da Conte condono pericoloso, non prenda in giro italiani'-**Lirica: inaugura stasera la stagione del Teatro dell'Opera di Roma**-**Qatar 2022: tifosi messicani, 'telecronaca Rai di parte, ha sminuito Messico'-**Ischia: Renzi, 'da Conte dichiarazioni farneticanti'**-Ischia: Renzi, 'nel 2018 non fu condono? Conte si deve vergognare'-**Musica: Daniele Silvestri chiude la doppietta romana con sold out e standing ovation**-Rdc: Conte, 'bene se fronte ampio, anche con Pd'-Rdc: Conte, 'abolizione fatta per colpire M5S? Se fosse sarebbe miserabile'-**Rdc: Conte, 'faremo tante manifestazioni, la prima il 2 dicembre a Napoli'**-Regionali: Conte a Pd, 'accantonare candidati in Lazio e Lombardia, prima programmi'

Auto ad acqua: presto sara’ una realta’…

Condividi questo articolo:

Grazie al progetto Hydromoving, e’ stato realizzato il primo motore per auto in grado di sintetizzare direttamente l’idrogeno on demand, grazie ad un serbatoio interno dell’acqua

L’auto alimentata ad acqua potrebbe presto diventare una realtà proprio grazie all’idrogeno. E’ stato infatti realizzato il primo motore in grado di ‘sintetizzare’ direttamente l’idrogeno partendo dall’acqua, grazie ad un processo di elettrolisi interna. 

Grazie all’idea dell’ingegnere italiano Lorenzo Errico, è stato infatti possibile progettare un impianto per auto dotato di una sorta di ‘estrattore istantaneo’ in grado di strappare alla molecola d’acqua (H2O) gli atomi d’idrogeno per inviarli alla camera di combustione del motore. In pratica, l’impianto ha un serbatoio collocato nel cofano della vettura, il serbatoio è destinato a contenere acqua che, trasmessa ad alcuni particolari contenitori, viene convertita in idrogeno pronto alla combustione. Questo significa, in parole povere, che un’auto alimentata ad idrogeno, grazie all’utilizzo di questo speciale motore, non avrebbe più necessità di fare rifornimento in apposite stazioni dove il ‘carburante gassoso’ viene stoccato dopo essere stato prodotto e trasportato (tutti limiti legati attualmente alla modalità di diffusione di questa fonte di energia pulita). Potrebbe invece essere sufficiente, fare un semplice rifornimento di acqua per produrre direttamente, all’interno del motore, l’idrogeno necessario all’alimentazione dell’auto.

L’interessante progetto, già brevettato, si chiama ‘Hydromoving’, si basa sull’elettrolisi così dall’acqua per produrre idrogeno ‘on demand’ (su richiesta del motore) da bruciare in tempo reale, eliminando così tutti i rischi legati all’immagazzinamento dell’idrogeno e all’impianto di nuove stazioni di rifornimento ad hoc. 

Un’altra novità importantissima è la possibilità di utilizzare la tecnologia ‘Hydromoving’ senza acquistare una vettura nuova con tecnologia predisposta per l’alimentazione ad idrogeno a ‘zero emissioni’. E’ stato infatti sviluppato un apposito kit (disponibile in commercio) che può essere montato su una qualunque auto a benzina. In questo caso però, si tratterebbe di produrre meno emissioni inquinanti in atmosfera dopo aver fatto rifornimento di benzina, metano, gpl o gasolio. L’auto infatti, brucerebbe una piccola quantità di carburante fossile per produrre l’energia necessaria al processo di elettrolisi interna per generare idrogeno attraverso un secondo serbatoio ad acqua integrato nel kit. 

Il progetto ‘Hydromoving’ è giunto a un punto di svolta nel 2007 e nel giro di un paio d’anni ha centrato l’attenzione di diverse aziende, tra queste, la Marangoni SPA che è arrivata a commissionare uno studio di fattibilità sull’auto sportiva Nissan 370 Z, con risultati eccellenti per la promozione di una successiva fase di commercializzazione dello studio.

(ml)

Questo articolo è stato letto 32 volte.

acqua, auto, energia, Idrogeno, progetto

Comments (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net