Recovery: sindacati, buona partenza ma avviare presto riforma settore trasporti

Condividi questo articolo:

Roma, 22 gen. (Adnkronos) – “Confidiamo che il confronto prosegua in maniera sistematica perché con la corretta esecuzione delle opere e dei progetti contenuti è in gioco il futuro del sistema dei trasporti del Paese”. Ad affermarlo in una nota congiunta sono i segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, Stefano Malorgio, Salvatore Pellecchia e Claudio Tarlazzi dopo l’incontro con la ministra dei Trasporti Paola De Micheli che si è svolto a valle dell’incontro fra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e le confederazioni Cgil, Cisl e Uil sul Piano nazionale di ripresa e resilienza. Nel corso dell’incontro la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha illustrato le logiche e le finalità della “Missione 3” e di parte della “Missione 2” per le materie afferenti ai trasporti.

Il Piano però per rimanere credibile, sottolineano, ” deve essere completato da un cronoprogramma preciso per ogni singolo progetto. Vanno individuate le risorse umane indispensabili a garantire i tempi di esecuzione. Sulla base di tali fatti è necessario che Anas assuma in tempi brevissimi il personale necessario”.

Infine, proseguono i tre segretari generali, “è indispensabile ed urgente affrontare il tema delle riforme, delle regole di sistema, dell’assetto industriale e della qualità del lavoro in tutti i settori dei trasporti completando dove necessario i percorsi avviati e intervenendo sulle crisi esistenti. Senza questi interventi si rischia di non valorizzare le importanti risorse investite”. Il confronto proseguirà nell’ambito dei tavoli di “Missione” congiuntamente alle Confederazioni.

Questo articolo è stato letto 7 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net