Legambiente: “Progetto di Webuild importante, augurio inizi politica Usa investimenti ferroviari”

Condividi questo articolo:

Roma, 23 giu. – (Adnkronos) – “Finalmente gli Usa, dopo tanto discuterne, decidono di realizzare una nuova linea ferroviaria ad alta velocità. Negli Stati Uniti gli investimenti ferroviari sono fermi da tanti decenni, tant’è che le uniche linee ferroviarie che funzionano sulle due coste sono eredità del secolo scorso e il treno è molto poco utilizzato. Questo progetto è finanziato con fondi privati, per cui non è ancora uno dei grandi investimenti promessi da Biden con la legge recentemente approvata sui grandi investimenti pubblici, bisognerà capire cosa andrà a muovere. L’augurio è che sia l’inizio di una politica Usa di investimento ferroviario”. Così all’AdnKronos Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente, sulla prima linea ad alta velocità Usa tra Houston e Dallas,affidata al gruppo italiano Webuild che si è aggiudicato la maxi commessa da 16 miliardi di dollari.

Il Texas High Speed Rail garantirà uno spostamento veloce, sicuro, e a basso impatto ambientale a 13 milioni di persone che oggi si muovono tra le due città in auto, il mezzo più utilizzato dagli americani per gli spostamenti attraverso lo stato texano, o in aereo. Un progetto importante “per il Paese in cui c’è il maggior utilizzo, per il trasporto, di auto e di aerei: se vogliamo raggiungere a livello mondiale gli obiettivi sulle emissioni di gas serra è inevitabile che gli Stati Uniti debbano cambiare modello di spostamenti – aggiunge Zanchini – Non basterà l’auto elettrica, servirà anche una quota di spostamenti su ferro. La cosa da capire, per i prossimi anni, è se questo progetto sarà il primo di rilancio ferroviario con alta velocità su modello europeo, anche perché è affidato a un’impresa italiana, e se si porterà dietro altri progetti fatti anche con risorse pubbliche che sono poi quelli del piano di Biden”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net