ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Qvc Italia, oltre 56% delle donne ha detto sì a utilizzo digitale per migliorare impresa-Qvc Italia, oltre 56% delle donne ha detto sì a utilizzo digitale per migliorare impresa-Pd: Oddati, 'Zingaretti continui, altrimenti Congresso'-Governo: mercoledì Draghi a firma patto lavoro e coesione-Basket: team LeBron vince l'All Star Game, la squadra di Durant ko 170-150-Sanremo: famiglia Tenco,'da Palombelli chiacchiericcio pregno di ignoranza e incoerenza'-8 marzo: Ascani, 'non siamo in società paritaria, avere il coraggio di cambiare insieme'-Isis, arrestato algerino a Bari: coinvolto in strage Bataclan-Pd: Zingaretti, 'ho voluto dare scossa, se sono problema ci vuole chiarimento, non scompaio' (2)-Covid: Salvini, 'lavoriamo per produrre vaccini in Italia, spero no lockdown'-8 marzo: Salvini, 'donna patrimonio del Paese ma non per aggettivo o sostantivo'-Pd: Zingaretti, 'ho voluto dare scossa, se sono problema ci vuole chiarimento, non scompaio'-Tv: Zingaretti, 'alcuni preferiscono salotti a trasmissioni popolari'-Governo: Zingaretti, 'tutti hanno voluto Conte poi non c'era più nessuno'-Roma: Zingaretti, 'fare il sindaco sarà cosa bellissima, oggi non è mio pensiero e obiettivo'-Dj morta: Procuratore Patti, 'Depistaggio? No, la morte di Viviana compatibile con il suicidio'-Dj morta: Procuratore Patti, 'Depistaggio? No, la morte di Viviana compatibile con il suicidio' (2)-**Covid: Salvini, 'finita pandemia commissione inchiesta internazionale su regime cinese'**-Pd: Oddati, 'Sardine rispettino comunità e Bonaccini, questo è spirito piazza grande'-Covid: Verducci (Pd), 'non bastano vaccini serve tracciamento'

Governo: Fina (Pd), ‘non si può far finta di niente e tornare a prima della crisi’

Condividi questo articolo:

Roma, 26 gen. (Adnkronos) – “L’origine della crisi politica nazionale è incomprensibile per molti. Ovviamente se si tiene conto delle condizioni del Paese, della fase dell’emergenza sanitaria e socio-economica che stiamo attraversando e delle risorse per la ricostruzione dell’Europa nuova che abbiamo contribuito e ridisegnare. Se invece facciamo a meno di tener conto della drammatica realtà che stiamo attraversando, il disegno di alcuni appare più chiaro: evitare che l’alleanza di governo sia premiata dalla miglior gestione possibile della crisi, pur non esente da errori, e dall’opportunità di progettare il Next Generation EU; un’alleanza che per queste ragioni può diventare politica. Per questo obiettivo serve un Pd debole, incoerente e pusillanime”. Lo afferma il segretario del Partito democratico abruzzese, componente della Direzione nazionale, Michele Fina.

“Allora chiedo: su che base si può ritrovare un dialogo con Iv? Alla luce del dibattito parlamentare, certo non sui giudizi sul lavoro fatto dal governo fin qui, sul contributo portato da Conte a questo lavoro, sulle priorità politiche e programmatiche; soprattutto non sulla prospettiva. Su questi terreni, peraltro, proprio il Pd ha lavorato in un faticoso lavoro di mediazione ed ascolto prima delle irresponsabili dimissioni della rappresentanza di Iv nel governo e della conseguente astensione sul voto di fiducia. Bisogna insistere nel dialogo con coloro che possano riconoscersi, invece, nel difficile lavoro che si è svolto e che si dovrà svolgere; anche alla luce della profonda differenza, ormai non più riducibile, tra le destre trumpiane e i liberali e popolari europei. Coloro che oggi propongono di far finta di niente e tornare a prima dell’apertura della crisi, scordandosi le posizioni assunte, rischiano di rendere inesorabili quelle elezioni che dichiarano di voler evitare”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net