Giappone: premier, ‘no ad attacchi preventivi, continuiamo con politica difensiva’

Condividi questo articolo:

Tokyo, 30 nov. (Adnkronos) – Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha escluso la possibilità di attacchi preventivi sul territorio nemico e intende continuare a seguire una politica puramente difensiva. Lo ha detto durante un dibattito alla commissione per il bilancio della camera alta del parlamento, spiegando che “gli attacchi preventivi sono una violazione del diritto internazionale e non dovrebbero aver luogo”.

Il giorno prima, durante un dibattito in Parlamento, il premier aveva ribadito che gli sforzi militari del Giappone sarebbero stati “minimi” e che Tokyo avrebbe continuato a rinunciare ai suoi missili balistici intercontinentali, ai bombardieri strategici e alle portaerei d’attacco. Kishida ha inoltre affermato che nell’ambito dell’alleanza Giappone-Usa, gli Stati Uniti eserciteranno una funzione offensiva, mentre il Giappone si concentrerà sulla difesa. “Questa fondamentale divisione delle responsabilità all’interno della nostra alleanza militare rimane invariata”, ha sottolineato.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net