ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Roma, Grossi: "Cultura centrale per sviluppo, lo è da sempre per la Capitale"-Sicilia: Rotondi, 'sforzo di Cuffaro va sostenuto'-Roma, Saliola (Manageritalia): "Serve promozione e commercializzazione del marchio"-Roma: Tanzilli (Federalberghi): "Puntare su grandi eventi, sfida da non perdere"-Roma, Saliola (Manageritalia): "Per offerta turistica integrata serve Destination manager"-Saliola (Manageritalia): "A Roma nel 2025 terziario avrà incidenza pari a 87% valore aggiunto"-Saliola (Manageritalia): "Roma ha sempre saputo innovare, centrale ruolo terziario"-Motomondiale: Marquez, 'ammirazione per Rossi, non siamo amici ma riconosco suoi meriti'-Tennis: Roland Garros, esordio contro Tsitsipas per Musetti, Sinner trova un qualificato-Calcio: Trentalange, 'tutta l'Aia al fianco degli arbitri italiani selezionati per i mondiali'-**Ricerca: anche gli scienziati scherzano, 110 'beffe da Nobel' ne 'Il pollo di Marconi'**-**Governo: 'richiamo' Draghi su tempi Pnrr 'è priorità', ddl concorrenza in aula entro maggio**-Tennis: Roland Garros, Giorgi esordisce con Zhang e Bronzetti con Ostapenko-Roma, Mottura (Atac): "Pronti ad attuare nel 2022 Tap and Go su tutti i mezzi di superficie"-**Dl concorrenza: Giorgetti, 'trattativa in fase avanzata, spero si chiuda presto'**-Roma, Celli: "Bene proposte Manageritalia per Capitale, serve rilancio per futuro"-Ddl concorrenza: Draghi in Cdm, se non si rispettano tempi a rischio Pnrr-Tennis: Wta Rabat, Bronzetti raggiunge Trevisan in semifinale-Ucraina: la Camera ha approvato il Dl bis-Vaiolo delle scimmie, primo caso in Italia

Calcio: Borussia Dortmund smentisce Haaland, ‘Non c’è nessun ultimatum’

Condividi questo articolo:

Dortmund, 16 gen. (Adnkronos) – Il Borussia Dortmund ha smentito oggi le dichiarazioni fatte dal suo attaccante di punta, Erling Haaland, in cui accusava il club di avergli fatto pressioni sul suo futuro. “Non c’è un ultimatum, nessuna scadenza”, ha detto il manager Sebastian Kehl all’emittente tedesca “Sport1”. “Non stiamo facendo pressioni in modo che debba decidere nelle prossime settimane”, ha aggiunto. Tuttavia, Kehl ha ammesso di essere stato “un po’ sorpreso” dalle dichiarazioni di Haaland di critica al club, fatte alla televisione norvegese dopo aver segnato due gol nella vittoria per 5-1 del Dortmund contro il Friburgo.

“Negli ultimi sei mesi ho deciso di non dire nulla per rispetto del Dortmund. Ma ora il club ha iniziato a fare pressioni su di me per prendere una decisione e tutto ciò che voglio è giocare a calcio”, ha detto l’attaccante dopo la partita. Nonostante sia sotto contratto fino al 2024, Haaland potrebbe lasciare il club tedesco nell’estate per 75 milioni di euro a causa di una clausola di uscita.

I primi colloqui tra Haaland, il suo agente Mino Raiola e il Dortmund sono previsti per la fine di questo mese e il club tedesco vuole avere le opzioni chiare entro marzo. Al riguardo, Kehl ha chiesto comprensione per la posizione del club. “Poiché è così importante per noi, ci deve essere sicurezza nella pianificazione da un certo punto”, ha affermato. “Come posso sviluppare la pianificazione della mia rosa in modo diverso, come sostituire un Erling Haaland, se non abbiamo un’indicazione in un determinato momento se il giocatore vuole rimanere al Borussia Dortmund o meno? È legittimo, è molto professionale”, ha aggiunto.

Questo articolo è stato letto 6 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net