ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Manovra: Maraio (Psi), 'lotta alle disuguaglianze si fa partendo dalla solidarietà'-Scrittori: è morta Abla Farhoud, autrice 'La felicità scivola tra le dita'-Roma: Bettini, 'mai auspicato stessa fine di Marino per Gualtieri' (2)-Centro: Rotondi, 'al via 'Dctour' con i sindaci in tutta Italia'-Quirinale: Tajani, 'Colle e P. Chigi al c.destra? Perchè no, con Pd sempre stato così'-Manovra: Tajani, 'non è esplosa la maggioranza, niente danni al ceto medio'-Quirinale: Zanda, 'su Ddl interpretazioni fantasiose, dannoso qualsiasi dibattito ora'-Violenza su donne: Regimenti (FI), 'Ddl approvato in Cdm passo in avanti'-Violenza su donne: Regimenti (FI), 'Ddl approvato in Cdm passo in avanti' (2)-Manovra: Iv, 'modifiche su canone suolo pubblico e per gli under 30'-Manovra: Iv, 'emendamenti contro il caro bollette'-Manovra: Marattin (Iv), 'chi vuole buttare fango su di noi ha problemi ben più grandi'-Coldiretti: "Per Natale 3 milioni di famiglie sceglieranno l'albero vero"-Natale: Coldiretti, al via shopping 3 mln alberi veri, 44 euro spesa (2)-Vigili Fuoco: Mattarella, 'punto di riferimento costante nelle situazioni di emergenza'-Vigili Fuoco: Mattarella, 'punto di riferimento costante nelle situazioni di emergenza' (2)-M5s: Fico, 'nessuna subalternità con Pd, Ulivo formula vecchia'-Quirinale: Zanda, 'Mattarella esemplare, mai pensato di condizionarlo'-Didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Covid: primario Niguarda Milano, 'aumentano ricoveri intensiva, 80% non vaccinati'

**Calcio: alcune federazioni europee valutano l’uscita dalla Fifa con Mondiale biennale**

Condividi questo articolo:

Roma, 20 ott. (Adnkronos) – Diverse federazioni calcistiche dei paesi europei potrebbero porre fine alla loro appartenenza all’organo di governo mondiale della Fifa come ultima risorsa in una disputa sui possibili Mondiali biennali, secondo quanto hanno riferito delle fonti alla dpa. Più di una dozzina di federazioni hanno segnalato che una mossa così drastica potrebbe essere possibile se la Fifa decidesse di andare avanti con l’organizzazione del suo evento vetrina ogni due anni dal 2026 in poi. La Uefa e la Conmebol sudamericana, che hanno la maggior parte dei migliori giocatori e campionati, si oppongono ai piani presentati per la prima volta come parte di uno studio di fattibilità dal capo dello sviluppo globale della Fifa, Arsene Wenger, l’ex manager dell’Arsenal. Il Comitato Olimpico Internazionale ha anche espresso preoccupazione per l’ipotesi perché una Coppa del Mondo biennale danneggerebbe altri sport.

Il presidente Uefa Aleksander Ceferin ha minacciato il boicottaggio della Coppa del Mondo e la federazione calcistica danese ha menzionato l’abbandono della Fifa in una dichiarazione la scorsa settimana dopo che le federazioni nordiche si sono unite alla vasta opposizione. “Nel peggiore dei casi e come ultima risorsa, non si può escludere che potrebbe portare le federazioni a rinunciare alla Fifa per protesta e mancanza di desiderio per il nuovo assetto”, ha detto il capo del calcio danese Jesper Moeller. La Fifa terrà una riunione del consiglio mercoledì con la questione all’ordine del giorno. Secondo quanto riferito, martedì il presidente della Fifa Gianni Infantino ha avuto colloqui con le federazioni europee su un calendario delle partite rivisto dal 2024 in poi.

Secondo lo statuto della Fifa, i membri possono lasciare l’organo di governo alla fine di un anno solare con un preavviso di sei mesi. Potrebbero continuare a giocare negli eventi Uefa ma non nelle competizioni Fifa come la Coppa del Mondo. La Fifa ha affermato che mira a rendere il gioco più globale, ma il capo della lega spagnola Javier Tebas ha dichiarato alla rivista tedesca Sport Bild che una Coppa del Mondo biennale “distruggerà l’intero ecosistema calcistico”. “Devi vedere il calcio come un’entità globale. La Fifa rende il calcio più elitario, non più globale”, ha detto.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net