Bce: Calenda, ‘da fiammata materie prime rischi per programma acquisto titoli’

Condividi questo articolo:

Milano, 18 giu. (Adnkronos) – “La fiammata del prezzo delle materie prime ci metterà sotto pressione per l’effetto che avrà sull’inflazione”, con il rischio che la Bce “su questa base allenti il piano di stimoli, seguendo anche quello che sta pianificando la Fed. Questo per noi sarebbe pericolosissimo”, visto che il programma di acquisto di titoli di Stato della Bce “è molto più forte del Recovery Plan”. Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione, intervenendo a un webinar della Camera di Commercio di Brescia sui prezzi delle materie prime.

“Un altro rischio mortale viene dal modo in cui la Commissione europea e il Parlamento europeo affrontano la questione ambientale”, per cui si rischia “una nuova fase di de-industrializzazione in Europa”, ha continuato. “La furia ideologica ambientalista non gestisce la transizione e non dice come continuare a produrre cose che ci servono in modo più pulito, dando il tempo e i sostegni per farlo. E’ un rischio molto più grande della fiammata inflazionistica sulle materie prime”, ha concluso Calenda.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net