baratto

Dopo la pandemia torneremo al baratto?

Condividi questo articolo:

baratto

Cosa ne sarà dell’economia globale? Se le persone continueranno a stare senza lavoro si dovrà trovare una soluzione, magari pescandola dal passato. Il baratto sembra essere una di queste

Non appena è scattata la quarantena, con annessa chiusura di fabbriche e locali, con licenziamenti e cassa-integrazioni, impossibilità per i lavoratori autonomi di guadagnare alcunché e persone che sono rimaste improvvisamente senza niente, dal basso sono state molte le azioni di contenimento. Associazioni e liberi cittadini si sono mossi per dare sostegno a chi era in difficoltà.

Ma quanto potranno durare questi cuscinetti economici artigianali? Quanto potrà reggere la solidarietà? Non è che dovremmo trovare delle alternative ai soldi per sopravvivere?

Potrebbe sembrare uno scherzo. Ma Bloomberg riferisce che l’International Reciprocal Trade Association (IRTA), leader del settore e sostenitore degli scambi di baratto, ha registrato un aumento dal 20% al 35% delle iscrizioni dei membri a marzo.

«Questi sono tempi difficili per noi», ha detto Ron Whitney, presidente e CEO di IRTA. «Ma rappresentano anche un’opportunità».

L’IRTA stima che ogni anno avvengano scambi di baratto per un ammontare economico che va dai 12 ai 14 miliardi di Dollari negli Stati Uniti.

Un numero che aumenterà di certo nel 2020.

Ci sono molte altre piccole associazioni, anche in Italia, che trattano scambi di baratto come alternativa alla compra-vendita. Nell’ultimo mese, sono stati registrati anche molto scambi a livello locale non regolamentati da nient’altro che dallo spirito di sopravvivenza delle persone.

Con la nostra economia in uno stato precario e la salute di così tante persone a rischio, il baratto  sembra un modo sensato e umano di affrontare l’attuale mancanza di denaro nel nostro sistema economico.

È anche un’ottima scusa per incontrare le necessità degli altri in maniera più umana e un modo, si spera, per tornare ancora più a stretto contatto con la realtà delle comunità di cui facciamo parte.

Questo articolo è stato letto 27 volte.

baratto, coronavirus, COVID19, economia

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net