piattaforme petrolifere

Simboli di inquinamento che diventano soluzioni abitative sostenibili

Condividi questo articolo:

piattaforme petrolifere

Le vecchie piattaforme petrolifere offshore vengono reinventate come case autosufficienti

Il mondo è alla ricerca di soluzioni abitative sostenibili che possano soddisfare le esigenze di una popolazione in crescita: per questo, la società di design XTU Architects, con sede a Parigi, ha svelato un design concettuale che trasformerebbe le vecchie piattaforme petrolifere in case che funzionano con impianti futuristici sostenibili.

Il progetto, che si chiama X_Lands, riuscirebbe, in questo modo, non solo a fornire alle persone case energeticamente autosufficienti, ma trasformerebbe anche un simbolo globale di inquinamento in un modello di sostenibilità.

In un mondo futuro perfetto in cui una volta per tutte avremo posto fine alle trivellazioni, l’oceano del pianeta sarà pieno di piattaforme petrolifere grandi e inutili che avranno raggiunto la fine dei loro cicli di vita.

È proprio a quel momento che si rivolge lo sguardo dei designer di XTU Architects, che hanno pensato di reinventare uno scopo per queste imponenti strutture marine.

Le piattaforme petrolifere offshore non operative potrebbero potenzialmente fornire una soluzione molto interessante per risolvere l’imminente crisi delle abitazioni, affrontando al contempo anche i cambiamenti climatici.

Essendo di dimensioni enormi, le strutture galleggianti potrebbero essere facilmente adattate per soddisfare una varietà di esigenze. In particolare, il concetto X_Lands prevede unità abitative a forma di bolla coperte di vegetazione, in modo da offrire un’atmosfera naturale e salutare per i residenti.

Queste soluzioni abitative futuristiche sarebbero attrezzate per generare la propria energia pulita tramite impianti solari ed eolici e per creare comunità completamente autosufficienti dal punto di vista delle risorse idriche. Inoltre, le case fornirebbero ai residenti spazi per il giardinaggio, per poter coltivare autonomamente il proprio cibo.

Accettereste di andarci a vivere?

Questo articolo è stato letto 33 volte.

green, Oceano, Piattaforme petrolifere, soluzioni abitative, trivellazioni

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net