ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Ceccanti, 'voto positivi, importante siano caduti tabù'-**Petrolio: Unem, nel 2021 carboturbo +19,5% ma -56% su 2019**-A Philip Morris Italia e Philip Morris manufacturing & technology Bologna il certificate Top employer-Usa: domande disoccupazione risalgono a quota 286 mila-Calcio: Theo Hernandez, 'se sono il giocatore che sono è anche merito di Maldini'-Sci: Cdm, Innerhofer il più veloce in seconda prova discesa Kitzbuehel-Arriva 'Il Giro dei Venti', regata e corsa in bici insieme per la prima volta-Sci: Cdm, Goggia leader con salto di porta nella prima prova della discesa di Cortina-Quirinale: Scotto (Art.1) a Renzi, 'Qui Quo Qua non bastano, meglio la Banda Bassotti'-Quirinale: Di Battista, 'no a Draghi, per M5S sarebbe inaccettabile e autolesionista'-Rep. Congo: moglie Attanasio, ‘cosa non verificata ha preso spazio che non merita-Quirinale: ancora dubbi ma cresce fronte pro-Draghi in M5S, anche Fico non chiude-Sicilia: Letta, 'Musumeci al capolinea, vogliamo costruire alternativa vincente'-Tennis: Australian Open, Sinner al terzo turno-Tirrenia: Cin offre 144 mln euro, pm 'commissari decidano entro gennaio' (2)-Partiti: sondaggio Porta a Porta, Pd primo con 21,6%, Fdi al 18,9 e Lega al 18,5-**Lepri: Mattarella, 'maestro di professionalità e deontologia, testimone storia italiana**-Nasce Alperia Green Future-**Bce: minute Consiglio, 'falchi' contrari a rimodulazione e flessibilità acquisti**-Bollette: Letta, 'prioritario intervento strutturale del governo su fiscalizzazione aumenti'

Un filo che genera energia quando viene tirato: i vestiti produrranno energia?

Condividi questo articolo:

I materiali indossabili che producono energia hanno un nuovo grande alleato, fatto in nanotubi di carbonio

Gli scienziati hanno appena creato un filo che genera elettricità quando viene tirato: il filo, costituito da nanotubi di carbonio immersi o rivestiti di un gel elettrolitico, potrebbe generare energia dalla respirazione di chi lo indossa o, cosa ancora più sorprendente, potrebbe produrne dalle onde oceaniche.

Un team internazionale di 29 ricercatori ha creato questo materiale di filato, noto come «twistron», legando una stringa di nanotubi di carbonio in un tessuto aggrovigliato di carbonio: quando il filo è coperto dal gel elettrolitico e tirato, può illuminare un diodo emettitore grazie a una piccola corrente. La generazione di energia massima del filato – quando i filamenti sono agganciati – è di 250 Watt per chilogrammo.

I ricercatori hanno testato il filo cucendolo in una camicia e hanno potuto appurare che ha generato una piccola quantità di elettricità quando chi la indossava ha respirato. In seguito, hanno anche collegato il filo a un muscolo artificiale – un polimero che si contrae quando è riscaldato – e sono stati in grado di convertire le fluttuazioni di temperatura in energia. Inoltre, come accennato prima, il filo potrebbe funzionare con l’energia delle maree: poiché il materiale funziona quando è collocato in un gel simile all’acqua salata, le onde muovendolo gli permetterebbero di generare energia – ovviamente con un elettrodo di platino per non corrodersi nell’acqua marina.

Queste nuove tecnologie non sono ancora abbastanza potenti per illuminare una casa, ma gli scienziati dicono che questa, in particolare, è scalabile.
Lo studio è stato pubblicato dalla rivista «Science» e raccoglie studiosi provenienti da istituzioni della Corea del Sud, degli Stati Uniti e della Cina. Non ci resta che attendere per sapere cosa accadrà in futuro.

Questo articolo è stato letto 8 volte.

elettricità, energia, ricerca, Tecnoogia, Twiston

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net