Paratissima 2011: a Torino un quartiere intero si apre alla creativita’ e alla sostenibilita’

Condividi questo articolo:

Ci ha colpito una trovata eco molto simpatica nell’edizione 2011 di Paratissima. Se gli abitanti di San Salvario consegnano il loro vecchio zerbino alla Casa del Quartiere, lo stesso verrà usato per accogliere i passanti e per loro ce ne sarà uno nuovo in cambio

 

Paratissima 2011 (http://www.paratissima.it/) è un evento importante per la città di Torino che già nella precedenti sei edizioni ha riscosso un crescente successo. Quanti artisti, infatti, si sono chiesti gli organizzatori, hanno difficoltà ad esporre le proprie opere? Detto, fatto. Paratissima permette ai giovani di portare quadri, sculture, opere digitali e installazioni nel cuore della città, dedicandogli vetrine , interni di negozi ed attività commerciali su strada.

E oltre all’idea dello zerbino c’è anche quella del quartiere sostenibile, per partecipare attivamente allo sviluppo di questo vivacissimo quartiere di Torino. Basta iscriversi alla newsletter sul sito www.sansalvariosostenibile.it, per ricevere una tessera, anche virtuale,  che fa accedere a sconti fino al 10% nei negozi di San Salvario, segnalando i locali più sostenibili del quartiere.

Forse anche per queste brillanti idee, Paratissima è oggi una delle iniziative più attese del programma Contemporary Art di Torino. L’evento è on air parallelamente all’edizione di Artissima, fiera internazionale d’arte contemporanea, ma  “su strada”, per  inserirsi e “contaminare” centinaia di spazi nel quartiere di San Salvario.  Negozi, locali, spazi in disuso, scuole, si trasformano in location espositive che mettono in mostra la creatività contemporanea. L’iniziativa è corredata da musica, teatro, spettacoli, e altre attività speciali – anche spontanee – che lo rendono imprevisto ed atteso anche per molti turisti e curiosi.

Concetto fondamentale dell’evento è che la creatività appartiene a tutti e a ogni luogo, non solo ai musei. E soprattutto che una visione aperta e collaborativa tra arte, società e città può essere foriera di un rilancio dei concetti di riuso, bene collettivo e sostenibilità. Ovviamente l’accesso è libero a tutte le forme d’arte: creativi, fotografi, pittori, stilisti, scrittori, registi, scultori o designer che vogliono esporre qualcosa di nuovo e di personale. Il tema di quest’anno è  il "poi":

“Dove sta andando l’arte del prossimo futuro? Dove si sta spingendo la creatività nelle sue forme espressive? Il "poi" è quello che viene dopo il futuro che ci danno per certo, il "poi" è dopo quello che succederà, il "poi" è oltre e Paratissima è il luogo ideale per prendere spunto sul “poi”. (Vincenzo Nizza)


Questo articolo è stato letto 7 volte.

arte, Artissima, Contemporary art Torino, creatività, paratissima 2011, San Salvario, sostenibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net