Ecoinvenzioni: l’orologio da polso ad energia solare

Condividi questo articolo:

L’orologio ecologico Astron, e’ il nuovo gadget da polso ad energia solare, ideato per tenere il tempo rispettando l’ambiente

L’orologio ecologico che si alimenta con l’energia solare, è l’innovativa soluzione proposta per tenere il tempo rispettando l’ambiente. Si tratta, in pratica, di un gadget da polso GPS, che sfrutta i satelliti in orbita intorno alla Terra sia per tracciare la sua posizione in tempo reale (proprio come un navigatore satellitare), sia per indicare l’orario in qualsiasi punto del mondo.

L’orologio ecologico GPS, denominato ‘Astron’ e prodotto dall’azienda nipponica Seiko Holding Corp, riesce in particolare ad autoalimentarsi grazie ad un mini-pannello solare integrato nel quadrante, che fornisce energia ad una batteria interna ricaricabile, (senza il bisogno di essere sostituita). 

L’orologio ecologico da polso ‘Astron’, grazie a questo sistema, riduce quindi l’impatto ambientale derivato dallo smaltimento delle batterie che, solitamente, si esauriscono a ‘fine vita’.

L’orologio ecologico ‘Astron’ è inoltre in grado di sfruttare quattro satelliti GPS per identificare la sua posizione esatta e il correlato fuso orario. Grazie alla tecnologia dell’atomo, le lancette sono infatti ad alta precisione e si regolano automaticamente per fornire all’utente l’ora locale.

Il nuovo orologio solare, dispone infine di un calendario perpetuo e, proprio come il tempo, non necessita di essere regolato. L’orologio solare ‘Astron’, attualmente in commercio, rappresenta quindi un’opportunità da non perdere per chiunque voglia essere sempre al passo con il tempo e con l’ambiente.

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 17 volte.

ambiente, ecologico, energia, GPS, orologio, orologio ecologico, solare

Comments (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net