ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Aspi: fonti, cessione controllo Cdp proposto da società e Atlantia a luglio**-Varese: domani questura inaugura sala per ascolto vittime reati di genere-Aeroporti: dipendenti ex Sea Handling, 'a rischio 550 famiglie, aiutare indotto'-Digital Value: acquista il 51% di Dimira-**Aspi: Atlantia, 'imposizione dell'obbligo di cederla a Cdp esula da facoltà concedente'**-Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos (3)-Berlusconi: compleanno in quarantena, centinaia di auguri e spegne candeline-Emilia Romagna: ritorna lo storico panificio a Santarcangelo-Mostre: Intesa Sp sponsor prima monografica dedicata ad Artemisia Gentileschi-Gf Vip, Brosio: "Ho rischiato di entrare nella Casa da positivo, tamponi erano negativi"-Confindustria: Landini, 'combattere la precarietà nel lavoro'-Milano: vicesindaco su protocollo abusivismo, 'siamo con cittadini onesti'-Flowe, spazio a temi green sui social e 30mila kg di plastica raccolti-Covivio: inaugura a Milano suo spazio di 'pro-working' con 400 postazioni-Cosentino assolto in appello: "9 anni di inferno, finalmente è finita"-Terrorismo: sindaco Bulciago, 'felice per bambini Brignoli, spero torneranno qui'-Confindustria: Furlan, 'bene appello Bonomi per Patto vero per sviluppo e lavoro'-Lecce, legale famiglia di Daniele: "Movente assurdo, tutto ancora più inaccettabile"

Portafogli fatti con bucce di mela

Condividi questo articolo:

Una nuova collezione in pelle vegana, creata a partire dai rifiuti dell’industria dei succhi

SAMARA è un marchio di moda che ha sede a Toronto e che è stato fondato da due sorelle con l’obiettivo di creare prodotti sostenibili, che avessero una grande qualità, ma che non danneggiassero nessun animale vivente per essere creati.

Le loro sperimentazioni le hanno portate ad approdare verso materiali a base vegetali e, dopo un lavoro lungo un anno, sono riuscite ad inventare una pelle vegana a base di bucce di mela, che viene utilizzata per produrre il loro prodotto più venduto, l’Apple Leather Mini, ovvero un piccolo portafoglio dal design semplice, moderno e minimalista che, a differenza dei tanti prodotti simili che si possono trovare, è stato prodotto senza far soffrire nessun animale.

La pelle vegana è fatta con le bucce di mela, che sono i rifiuti dell’industria dei succhi. Purtroppo, non è stato ancora possibile renderla totalmente priva di plastica, quindi viene usato un po’ di poliuretano (PU) come agente legante. Ma la ricerca delle due sorelle non è finita: stanno cercando di migliorare costantemente le loro innovazioni e sono fermamente convinte di poter arrivare a un materiale al 100% vegetale.

Nel frattempo, usano i materiali più sostenibili che riescono a trovare, usando quello che chiamano PU ecologico, piuttosto che polivinilcloruro (PVC), che è notoriamente dannoso per l’ambiente – infatti, SAMARA afferma che tutti i loro prodotti sono realizzati senza PVC.
Insomma, anche se il prodotto non è ancora perfetto, è davvero molto interessante.

Inoltre, la società collabora con The Soular Backpack per fornire zaini a energia solare per i bambini dell’Africa orientale, che non hanno accesso all’elettricità e, dal suo lancio nel 2017, SAMARA ha facilitato la consegna di oltre 500 zaini, che consentono ai bambini a fare i compiti tutte le sere, senza dover fare affidamento sulle lampade cancerogene al cherosene. Una parte di ogni Mini acquistato è destinata a questa iniziativa.

 

Questo articolo è stato letto 15 volte.

buccia di mela, design, moda sostenibile, pelle vegana, portafogli, riciclo, Samara, vegetale, zaini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net