Vino. Il grande ritorno del sughero

Condividi questo articolo:

Soppiantato negli ultimi anni da metodi alternativi di chiusura, il tappo di sughero torna a sigillare le bottiglie degli amanti del buon vino. Con un trend di crescita vertiginosa che parte dagli Usa. L’Italia, terzo produttore mondiale di tappi di sughero, tra i protagonisti di questo successo

Il fascino del tappo di sughero conquista gli americani che abbandonano i metodi alternativi di chiusura delle bottiglie . Se infatti le vendite di tappi di sughero – di cui l’Italia è terzo paese produttore nel mondo dopo Portogallo e Spagna – aumentano negli Usa del 14 per cento, gli altri sistemi di chiusura di bottiglie calano del 13 per cento. Assoimballaggi, Federlegno e Rilegno, assieme ai sugherifici Ganau, Molinas e Mureddu, si sono messi insieme per “promuovere” il sughero all’estero. “Il sughero sta tornando alla ribalta”, spiega il Peter Weber, direttore esecutivo di 100%Cork, la campagna di sensibilizzazione in corso negli Stati Uniti. Da novembre 2010 a febbraio 2011, delle prime 100 marche di vino Premium degli Stati Uniti sono state vendute 8.7 milioni di casse di bottiglie chiuse con tappi di sughero. Un incremento del 13.8 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nello stesso periodo le vendite di vini sigillati con tappi a vite e di silicone sono calate del 13.1 per cento. I dati sono il risultato di un sondaggio condotto da A.C. Nielsen sui punti vendita al dettaglio. I ricavi delle vendite di bottiglie chiuse con tappi di sughero delle prime 100 marche sono aumentati del 12 per cento, arrivando a 1.1 miliardo di dollari. I ricavi, invece, della vendita di bottiglie con chiusure alternative, come i tappi a vite e di plastica, sono crollati del 10.3 per cento, arrivando a 700.4 milioni di dollari. Il punto, spiega Weber, è che “la stragrande maggioranza degli americani preferisce i tappi di sughero e le aziende vinicole rispondono a questa richiesta”.  Questo nonostante il vino chiuso con tappi di sughero sia stato venduto a un prezzo medio di 1,32 dollari in più a bottiglia rispetto alle bottiglie chiuse con tappi a vite o di plastica.

Nereo Brancusi
 

Questo articolo è stato letto 3 volte.

enogastronomia, enologia, sughero, tappi, vino, vino premium

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net