ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Sci: Cdm, Innerhofer il più veloce in seconda prova discesa Kitzbuehel-Arriva 'Il Giro dei Venti', regata e corsa in bici insieme per la prima volta-Sci: Cdm, Goggia leader con salto di porta nella prima prova della discesa di Cortina-Quirinale: Scotto (Art.1) a Renzi, 'Qui Quo Qua non bastano, meglio la Banda Bassotti'-Quirinale: Di Battista, 'no a Draghi, per M5S sarebbe inaccettabile e autolesionista'-Rep. Congo: moglie Attanasio, ‘cosa non verificata ha preso spazio che non merita-Quirinale: ancora dubbi ma cresce fronte pro-Draghi in M5S, anche Fico non chiude-Sicilia: Letta, 'Musumeci al capolinea, vogliamo costruire alternativa vincente'-Tennis: Australian Open, Sinner al terzo turno-Tirrenia: Cin offre 144 mln euro, pm 'commissari decidano entro gennaio' (2)-Partiti: sondaggio Porta a Porta, Pd primo con 21,6%, Fdi al 18,9 e Lega al 18,5-**Lepri: Mattarella, 'maestro di professionalità e deontologia, testimone storia italiana**-Nasce Alperia Green Future-**Bce: minute Consiglio, 'falchi' contrari a rimodulazione e flessibilità acquisti**-Bollette: Letta, 'prioritario intervento strutturale del governo su fiscalizzazione aumenti'-Quirinale: Letta, 'riunione grandi elettori Pd in piena trasparenza'-**Quirinale: Letta, 'dobbiamo fare accordo su nome condiviso non di centrodestra'**-Quirinale: Letta, 'sono fiducioso, avremo un o una grande presidente'-Quirinale: Letta, 'candidatura Berlusconi ancora aperta, c.destra indisponibile al dialogo'-Antartide, Esa: "Iceberg gigante A-68A perde 152 mld tonnellate d'acqua dolce, rischi per habitat"

La T-shirt a 2 euro che rispetta l’ ambiente

Condividi questo articolo:

Il progetto Wear&Toss, ideato da un giovane italiano, promette una rivoluzione nel campo dell’abbigliamento. La T-shirt si usa e si getta nella differenziata, costa meno di due euro

Un abbigliamento economico ed ecologico, capace di guardare tanto alle tasche quanto all’ambiente. Promette una vera rivoluzione il progetto Wear&Toss nato da un’idea del 39enne trevigiano Filippo De Martin.

Il progetto prevede l’utilizzo di materie prime quali la cellulosa e l’amido di mais per creare capi di abbigliamento monouso e biodegradabili. Così ad esempio la maglietta usata per fare sport si usa, si toglie, si butta (nel cestino della differenziata) e si ricicla.  Un’idea che potrebbe risultare utile in mille occasioni. Per chi fa sport, per chi viaggia spesso e ama portare un bagaglio essenziale, per gli indumenti di lavoro o per quelli usati in campo biomedicale.

Il prodotto, a prezzi competitivi (una t-shirt costa meno di 2 euro), promette inoltre di far dimenticare come si usano lavatrice e ferro da stiro. E, secondo i suoi ideatori, non trascura l’estetica. Il tessuto è traspirante, non rilascia fibre e pulviscolo e si presenta come un jersey, una maglina morbida, che non ha niente da invidiare ai normali tessuti.

Ma è soprattutto per il rispetto dell’ambiente che Wear&Toss merita di essere promosso. Le materie utilizzate permettono di evitare i pesticidi utilizzati nella coltivazione del cotone e, soprattutto, garantiscono il riciclo e il riutilizzo degli abiti usati.

Per avere più informazioni: www.wearetoss.com

Questo articolo è stato letto 328 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net