ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Recovery: Letta, 'via libera Commissione Ue buon segnale per Italia, ora tocca a noi'-Calcio: Psg, visite mediche terminate per Donnarumma, a breve ufficialità-**Fisco: Italia ha chiesto a Germania 'lista Dubai'**-Bce: Lagarde, 'con nostra politica monetaria +1,8% Pil entro 2023'-Ermolli: Marina Berlusconi, 'amico e maestro con profonda visione strategica'-Pd: Letta vede Zingaretti, partito e emergenza Covid tra i temi trattati-Calcio: Scaroni, 'Calhanoglu e Donnarumma? Noi poniamo limiti, ognuno fa le scelte che vuole'-Consulta, Flick: "spingere giudici ad andare oltre spesso inopportuno, Legislatore in crisi"-Tennis: Atp Mallorca, esordio vincente per Travaglia-**Bce: Lagarde, 'irrigidimento politiche fiscali sarebbe prematuro'**-Bce: Lagarde, 'Usa e Ue in posizioni diverse su ciclo e inflazione'-**Bce: Lagarde, 'benefici da tassi negativi, rialzo sarebbe prematuro'**-Covid, Assobibe: la filiera del beverage insieme per affrontare sfide ripartenza-Consumi, Assobibe: nel 2020 in calo bevande analcoliche - 8,4%, pesa fuori casa -35%-Bce: Lagarde, 'situazione migliora e fiducia risale, accelerazione in secondo trim.'-Europei: Germania, Mueller ko, salta l'Ungheria-Global Cities. La diplomazia della sostenibilità - In diretta sul sito di Adnkronos-Consulta, Verna (Cnog): "Domani forse svolta storica, mai più libertà di stampa sotto chiave"-**Roma: Calenda su Marino, 'su ogni atto pubblico occorre massima trasparenza'**-Comunali: Boccia, 'cercheremo unità fino alla fine se no la chiederemo agli elettori'/Rpt

Ilva. Il decreto sulla bonifica diventa Legge: 336 i milioni a disposizione

Condividi questo articolo:

Il decreto sulla bonifica dell’Ilva diventa Legge: 336 milioni di euro proveranno a superare i problemi sulla salute, sull’ambiente e sull’occupazione

Il decreto bonifica sull’Ilva è diventato Legge, con 247 sì e 20 no. La Legge, che mette immediatamente a disposizione le risorse economiche necessarie, punta ad accelerare il processo di riqualificazione del sito di Taranto, la città che ospita il più grande polo siderurgico europeo, provando a risolvere e superare i gravi problemi sanitari e ambientali che hanno inflitto la città pugliese.  

In particolare la legge sulla bonifica del sito Ilva di Taranto e dell’Ilva rende immediatamente disponibili le risorse previste dal protocollo d’intesa del 26 luglio a favore della riqualificazione ambientale pari a un importo complessivo di 336 milioni di euro: 329 pubblici e 7,2 privati. Di questi, 119 milioni vanno alle bonifiche, 187 milioni per interventi portuali, e 30 milioni per il rilancio industriale per investimenti produttivi caratterizzati da un elevato livello tecnologico. Nel dettaglio la Legge contempla ‘accordi di programma attuativi’, da stipularsi entro 30 giorni dall’effettiva formalizzazione delle risorse e affida a un Commissario straordinario, nominato dal Presidente del Consiglio, il compito di assicurare l’attuazione degli interventi previsti dal Protocollo d’intesa, stabilisce una ‘cabina di regia’ presieduta dal presidente della regione Puglia ed un ‘Comitato’, già insediato, per assicurare la realizzazione degli interventi e coinvolgere forze sociali ed economiche, proponendo al governo soluzioni operative.

Lo stabilimento Ilva di Taranto è stato posto sotto sequestro il 26 Luglio 2012, con un ordinanza del gip patrizia Todisco.

(gc – fonte Ansa)

Questo articolo è stato letto 2 volte.

bonifica Ilva, bonifica Ilva di Taranto, bonifica Taranto, decreto bonifica Ilva, Ilva, legge bonifica Ilva, Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net