Decreto Ilva: la produzione non si ferma

Condividi questo articolo:

Il Governo ha approvato il decreto legge sull’Ilva. Con lo scopo di salvaguardare, nel rispetto dell’ambiente, la produzione dell’acciaio, l’economia italiana e l’occupazione dei dipendenti

Il Governo ha approvato il decreto Legge Ilva, perchè l’azienda non chiuda e continui a produrre acciaio rispettando l’Aia, l’autorizzazione integrata ambientale, rilasciata solo qualche giorno fa dal ministro Corrado Clini, e che impone all’azienda il rispetto inderogabile delle procedure e dei tempi del risanamento degli impianti.

Il decreto legge sull’Ilva, varato dal Governo, mira a salvaguardare non solo la produttività dell’azienda e quindi l’economia dello Stato, ma anche l’occupazione: se l’Ilva dovesse chiudere, infatti, si creerebbe un vuoto occupazionale senza precedenti nel nostro Paese. Con il decreto Legge si decide che l’Ilva abbia la gestione e la responsabilità della conduzione degli impianti e che sia autorizzata a proseguire la produzione e la vendita per tutto il periodo di validità dell’Aia.

In una nota del Governo per la presentazione del decreto legge sull’Ilva si legge che il provvedimento ‘mira a garantire la continuità produttiva e la salvaguardia dell’occupazione presso lo stabilimento di Taranto, nel pieno rispetto delle fondamentali esigenze di tutela della salute e dell’ambiente, imponendo lo scrupoloso rispetto di tutte le prescrizioni adottate dalle autorità amministrative competenti’.

gc 

Questo articolo è stato letto 2 volte.

Aia Ilva, Chiusura Ilva, decreto Legge sull'Ilva, Ilva, Ilva Taranto, produzione Ilva, Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net