Automobilisti 10 ore in coda sulla Salerno-Reggio per la neve

Condividi questo articolo:

Disavventura causata dal maltemo e dalal disorganizzazione ieri: dieci ore in coda sull’A3 per la neve

Incubo sulla salerno-Reggio Calabria per gli automobilisti che erano in viaggio in Calabria: oltre 10 ore di stop a causa di una nevicata.

‘Questa situazione – ha dichiarato il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi- era stata ampiamente preannunciata anche all’Anas con i bollettini meteo della Protezione civile della Regione Calabria che da oltre 36 ore prevedevano, nell’area colpita, neve fino a 200 metri sul livello del mare’. 

‘Solo l’Anas, come previsto dalla legge, deve assicurare il transito veicolare rimuovendo la neve su una strada di sua proprietà’, ha spiegato Tansi. E invece ‘non ha adottato alcun provvedimento preventivo per fronteggiare tale situazione”.

Secondo il capo della protezione civile: ‘avrebbe dovuto azionare spargisale alla caduta dei primi fiocchi di neve per evitare che attecchisse sull’asfalto’. Per chiarire i fatto il presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani ha nominato una commissione d’inchiesta interna e commissariato l’esercizio del tratto A3 interessato.

“E’ inammissibile – ha spiegato – che centinaia di automobilisti siano rimasti bloccati per tante ore su un’autostrada. E’ evidente che qualcosa non ha funzionato”.

Questo articolo è stato letto 6 volte.

neve, Reggio, Salerno

Comments (2)

  • … [Trackback]

    […] There you will find 60861 additional Information on that Topic: ecoseven.net/ambiente/news-ambiente/automobilisti-10-ore-in-coda-sulla-salerno-reggio-per-la-neve/ […]

  • … [Trackback]

    […] Read More Information here on that Topic: ecoseven.net/ambiente/news-ambiente/automobilisti-10-ore-in-coda-sulla-salerno-reggio-per-la-neve/ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net