Anche ghiaccio di acqua sulla cometa di Rosetta

Condividi questo articolo:

Ritrovati granelli di ghiaccio di acqua sulla cometa di Rosetta. Scoperta importante per capire la nascita del nostro sistema planetario

 

La cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, della missione Rosetta, è composta anche di ghiaccio d’acqua. Il ghiaccio è stato ritrovato ai piedi di una parete verticale, sembra che si sia staccato per azione di una frana. La scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, si deve al gruppo coordinato dall’italiano Gianrico Filacchione, dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf).

La scoperta è importante, dal momento è che ‘le comete sono tra gli oggetti più antichi del nostro Sistema Solare, veri e propri messaggeri di materia primordiale’, ha dichiarato il presidente dell’Asi, Roberto Battiston. Studiare le comete servirà a capire molti segreti della nascita del nostro sistema planetario.

Sulla cometa 67/P era stata confermata solo la presenza di vapore acqueo, ora sono stati trovati dei detriti di ghiaccio, dal diametro compreso tra qualche decina di millesimi di millimetro (micrometri) a circa 2 millimetri. È possibile che i granelli si siano formati per il processo di ricondensazione del vapore acqueo. 

gc

Questo articolo è stato letto 5 volte.

ambiente, cometa, cometa ghiaccio, ghiaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net