A Castel Volturno nasce la scuola per il contrasto ai reati ambientali

Condividi questo articolo:

Nasce oggi il nuovo Centro di Formazione Nazionale della Guardia Forestale di Castel Volturno, per il contrasto ai reati ambientali

Nasce oggi il nuovo Centro di Formazione Nazionale della Guardia Forestale di Castel Volturno, per il contrasto ai reati ambientali

La realizzazione della scuola rientra nel progetto europeo ‘P.e.r.l.a’ (www.perla-progettopon.eu), un programma formativo integrato che punta al miglioramento delle azioni di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali, rinforzando la sinergia tra gli attori istituzionali coinvolti: Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo forestale dello Stato, Capitanerie di Porto, Corpo forestale della Regione Siciliana, Polizia Provinciale, Polizia Locale, Arpa e rete degli enti locali.

Il progetto in particolare, gode dei finanziamenti comunitari del PON Sicurezza Obiettivo convergenza 2007-2013 ed intende potenziare, attraverso un approfondito programma di formazione integrata, gli strumenti di contrasto alle illegalità ambientali nelle regioni del sud Italia. Durante il convegno odierno di presentazione della ‘scuola’ a Castel Volturno, ci sarà inoltre un’importante occasione di confronto sul tema della legalità ambientale con addetti ai lavori e rappresentanti della società civile. Tra gli ospiti presenti, interverranno il capo del Corpo forestale dello Stato, Cesare Patrone, il vice ministro delle Politiche Agricole, Andrea Olivero, il vice direttore generale della Polizia di Stato Matteo Piantedosi e il dirigente superiore della Polizia di Stato responsabile dell’Obiettivo Operativo 1.5 del PON Sicurezza, Marco Mazzi.

(ml)

Questo articolo è stato letto 13 volte.

ambientali, progetto, reati, reati ambientali, scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net