ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Recovery: Meloni, 'Parlamento dovrà votare a scatola chiusa'**-Recovery: Meloni, 'Parlamento dovrà votare a scatola chiusa' (2)-Recovery, Corso (Polimi): "Imprese in ritardo su e-commerce e big data, serve affiancamento"-Musica: Zucchero, il 14 maggio arriva 'Inacustico d.o.c. & more'-Vitalizi: Perilli, 'nessuna lezione da Formigoni, fieri di nostra battaglia solitaria'-Da startup a leader, per Barò Cosmetics +110% fatturato nel 2020 grazie a online-Msd Italia riconosciuta 'Best workplace 2021'-Salone Mobile: i dubbi di un espositore, dispiace ma non ci sono premesse'-Roma: Calenda rilancia voce e punzecchia il Pd, 'niente primarie e Zingaretti candidato' (2)-Covid: 14.761 nuovi casi e 342 morti-Recovery: Della Vedova, 'bene piano per riforme strutturali'-Università: Cattolica, da Fondo Gemelli 1,3 mln in agevolazioni per sostenere studi-Covid: Salvini, 'nessuna chiusura spiagge, Lega ce la mette tutta'-Recovery: Letta, 'governo alla stretta finale, fondamentali obiettivi per donne e giovani'-Omofobia: Binetti, 'no a libri porno a scuola, ministero Istruzione intervenga'-Covid: Morani, 'centri commerciali devono poter riaprire anche in festivi e prefestivi'-Scuola: Rauti, 'a Fiumicino dimostrata volontà di introdurre ideologia gender'-Covid: Gioventù nazionale in piazza, 'giovani abbandonati da governo'-Salone Mobile: Rosolia, (Koelnmesse), 'se salta pronti a ospitare le imprese a Colonia'-Fisco: de Mooij (Fmi), 'ritenute alla fonte permettono di mitigare rischio evasione'

Le maschere disponibili in Cina non bastano contro l’inquinamento

Condividi questo articolo:

A causa della conformazione del viso le maschere possono ridurre la loro efficacia del 68%. E non solo.

La Cina ha sperimentato negli ultimi decenni una crescita senza precedenti. Tuttavia, il costo dell’industrializzazione è l’inquinamento. Al primo allarme lanciato da Pechino, le scuole hanno chiuso i battenti e sono stati fermati progetti di costruzione. Per questo, la lotta allo smog è diventata centrale.

Secondo un articolo, le maschere disponibili per proteggere i cittadini dall’inquinamento non funzionano come dovrebbero.

Sebbene filtrino particelle minuscole, la dimensione e la forma del viso potrebbe ridurre l’efficacia del prodotto del 68%. A denunciarlo, i ricercatori dell’Institute of Occupational Medicine di Edimburgo, in Scozia.

La maschera, infatti, non si adatta bene a tutti i visi e perde aderenza durante le attività quotidiane, quando muoviamo i muscoli facciali per ridere e parlare, o camminiamo.

Ovviamente ci sono prodotti migliori e prodotti peggiori, ma nessuna delle maschere prese in esame è riuscita a bloccare gas come il biossido di azoto.

Questo studio fa parte di un progetto più ampio finanziato dal Council of Research UK, che esamina l’inquinamento atmosferico di Pechino e i suoi effetti sulla salute.

Vista la portata del problema, a una capitale così occorrerebbero diverse eco-invenzioni anti inquinamento e una bella collezione di filtri ambientali, come Green City Solution.

Questo articolo è stato letto 13 volte.

Cina, inquinamento, mascherine, Pechino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net