ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: Marcucci, 'Draghi a p. Chigi anche nel 2023, ha ragione Bonomi'-Covid: al Quirinale green pass già in uso, ora modalità per applicare nuovo decreto-Colazione bambini troppo trascurata, progetto per valorizzarla-Siani: Speranza, 'assassinato 36 anni fa dalla camorra, suo coraggio sia esempio'-Halloween, dal 2 ottobre torna il pauroso divertimento a Mirabilandia con alcune novità-Governo: Borghi, 'bene Draghi su patto modello Ciampi, Letta e Pd lo avevano chiesto'-Imprese: Mediobanca, '2020 anno di alimentari e conserve, il peggiore per il turismo'-Caso Eitan: nonno, ‘soddisfatto, decisione giudice Israele equilibrata'-Governo: Letta, ‘lo sosteniamo fino a scadenza naturale’-Governo: Letta, ‘bene patto proposto da Draghi, noi ci siamo’-Biogas, l'impegno del settore verso la transizione agroecologica-Lavoro: Draghi, 'il mercato è ripartito ma tre quarti nuovi occupati a tempo determinato'-Biogas Italy 2021, i numeri dello sviluppo del biometano in Italia-Governo: Draghi, 'fiducia famiglie e imprese elevata ma fragile, preservare capacità spesa'-Sud: Draghi, 'superare disparità, più forte nell'interesse Italia e Europa'-Covid: Codacons vs Montesano, 'no a pensione per chi non si vaccina era provocazione’-Recovery: Draghi, 'oggi in Cdm monitoraggio Pnrr per ultimo trimestre 2021'-**Governo: Draghi a imprese, 'vi chiedo di appoggiare norme su concorrenza'**-Governo: Draghi, 'bisogna essere uniti, non aggiungiamo incertezza interna a quella esterna'-Quirinale: Mattarella riceve presidenti Accademie scienze G20

Cosa succede ai luoghi dove si è prodotta Crystal Meth?

Condividi questo articolo:

Le case che sono state usate come laboratori per produrre anfetamine potrebbero far ammalare le persone che vanno a viverci anni dopo

La storia inizia nell’ottobre del 2013, quando una famiglia di cinque persone, dopo essersi trasferita in una casa a Victoria, in Australia, ha iniziato a stare male. Presto tutti i membri della famiglia, inclusi i tre bambini di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, hanno iniziato a riscontrare problemi di salute – non riuscivano a dormire e tossivano continuamente, il bambino piccolo ha iniziato ad avere incubi vividi e sviluppare eruzioni cutanee. Meno di due anni dopo il trasferimento, la famiglia è stata costretta a lasciare la nuova casa.

Sembra la trama di un film horror, ma il punto è che quella casa non era infestata da spiriti o costruita su un vecchio cimitero indiano, no: quella casa era, molto più semplicemente, il sito di un ex laboratorio di metanfetamine, secondo i ricercatori della Flinders University.
Quando ha comprato la casa, la famiglia non era a conoscenza del fatto che la polizia avesse fatto irruzione solo tre mesi prima, sequestrando attrezzature e prodotti chimici usati per cucinare Crystal Meth. Ma, di fatto, la casa non è stata mai adeguatamente decontaminata, che è chiaramente il motivo che ha portato ai problemi di salute dei suoi nuovi proprietari.

Per lo studio, che è stato pubblicato sull’International Journal of Environmental Research and Public Health, i ricercatori sono tornati nella casa per testare i suoi attuali livelli di contaminazione – e, più di cinque anni dopo, hanno ancora trovato tracce di metanfetamine dappertutto.

In qualche modo, tra l’altro, lo studio mette anche in discussione i metodi attualmente utilizzati per determinare i livelli di contaminazione – e i conseguenti rischi per la salute – degli ex laboratori di meth in tutta l’Australia.

 

Questo articolo è stato letto 54 volte.

australia, contaminazione, Crystal Meth, laboratori, livelli di contaminazione, metanfetamine, rischi per la salute, rischio salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net