Le uova di tacchino si possono mangiare?

Condividi questo articolo:

Sono buone e leggermente più ricche di grassi ma la loro produzione non e’ economica

Le uova di tacchino sono commestibili e gustose, più grandi di quelle di pollo e leggermente più ricche di grassi. Il guscio normalmente non è bianco ma color crema, spesso con macchie scure. Il sapore è molto simile a quello delle uova di gallina, possiedono però più tuorlo e meno albume e possono arrivare a pesare anche più di 100 grammi mentre quelle di gallina pesano in media fra i 50 e i 70 grammi.

Trovarle in commercio non è semplice soltanto perché la loro produzione è antieconomica. I tacchini infatti producono molte meno uova rispetto alle galline, circa 100 l’anno contro le 300 uova annue delle più prolifiche cugine. I tacchini così vengono più spesso allevati per la produzione di carne e solo in rari casi per quella di uova.

Qualsiasi tipo di uova vogliate consumare è bene sempre verificarne la freschezza. Di regola, le uova fresche si mantengono per un periodo di circa 25 giorni dalla data di deposizione, quelle extra fresche per 9 giorni circa. C’è poi il classico metodo dell’immersione dell’uovo in un bicchiere d’acqua e sale: se rimane a fondo è sicura la sua freschezza, se galleggia…meglio evitare di mangiarlo!

(A.S.)

Questo articolo è stato letto 6.328 volte.

gallina, pollo, tacchino, uova, uova di tacchino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net