Flash News:
Post title marquee scroll
Estate: cani salvataggio in azione a Forte dei Marmi, salvato un giovane dalla corrente-**Migranti: sbarchi nell'Agrigentino, in manette nove tunisini**-Fase 2: sindacati edili Palermo, 'gravi inadempienze per lavoratori Coime'-Migranti: Mediterranea, 'drammatica la situazione nel Mediterraneo centrale'-Cremona: picchia figliastra che rifiuta di sposare l'uomo scelto per lei, arrestato-Cremona: picchia figliastra che rifiuta di sposare l'uomo scelto per lei, arrestato (2)-Migranti: Sea watch, 'in una notte 300 persone riportate in Libia'-2 giugno: Fontana, 'Frecce Tricolori messaggio di fiducia e unità'-Catania: Regione finanzia parcheggio stazione Acireale, stanziati 400mila euro-Pubblicità: Dal Sasso (Nielsen), 'calo 2020 a doppia cifra ma non fino a -20%'-Fi: Carrara, 'sia partito lavoro e impresa'-Pubblicità: Sassoli (Upa), ‘imprese reattive e creative di fronte a emergenza coronavirus’-Milano: oltre 500 furti, denunciati 5 dipendenti di Poste Italiane-Fase 2: Toti, 'vergognose parole Saviano, diffamata intera categoria'-Pubblicità: Sassoli (Upa), ‘fase di prognosi riservata, spero in rapida ripresa consumi’-Scuola: Fioramonti, 'passo avanti dopo ritardi ingiustificabili'-Fase 2: Sassoli (Upa), ‘favorire ripresa consumi, far arrivare soldi promessi’-**Scuola: Crimi, 'con concorso merito e competenza, no compromessi a ribasso'**-Smart Working anche nel settore legale con VGS Lawyers-Migranti: Gatti (Open Arms), 'con escamotage si fermano navi umanitarie e si bloccano i soccorsi'

Videogame: attenti a quelli troppo ripetitivi

Condividi questo articolo:

I videogame troppo ripetitivi possono rallentare lo sviluppo cognitivo dei bambini

 

Attenzione alla scelta dei videogiochi per i propri figli. Se il genere è sbagliato può ritardare lo sviluppo psicologico dei bambini, con gravi ripercussioni anche in età adulta.  

 

I videogame violenti invece possono portare allo sviluppo di aggressività, ostilità o insensibilità e perdita di empatia. È quanto emerge da una nuova ricerca australiana dedicata all’impatto sul cervello dei media e della tecnologia. 

 

 

La ricerca condotta da Kate Highfield, dell’Istituto per la prima infanzia dell’università Macquarie di Sydney, mostra che l’85% di videogame e app comprate per i bambini sono solo giochi di “comportamentismo”, che chiedono di ripetere un’azione o di ricordare semplici fatti. Tali compiti semplici e ripetitivi conducono a uno sviluppo neuronale di più basso livello. 

 

 

Altri interventi alla conferenza hanno esaminato gli effetti sul cervello umano dei media violenti e della dipendenza dai videogiochi, e hanno sottolineato la necessità che l’impatto della tecnologia sulle menti dei bambini sia preso più sul serio dai i professionisti sanitari.

Questo articolo è stato letto 2 volte.

bambini, games, giochi, video, videogame, videogames, videogiochi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net