L’eco-sostenibilità corre in autostrada, dalla mobilità elettrica all’illuminazione intelligente

Condividi questo articolo:

Negli ultimi anni sono stati approvati e presentati diversi progetti di eco-sostenibilità stradale, dalla mobilità elettrica, al carsharing e all’illuminazione intelligente

La rivoluzione green corre anche in autostrada. Negli ultimi anni infatti, sono stati approvati e presentati diversi progetti di eco-sostenibilità stradale, tra cui l’uso di sistemi di illuminazione “intelligente” e l’impiego di soluzioni innovative nell’ambito della mobilità elettrica. Sul fronte dell’illuminazione intelligente ad esempio, molti Paesi hanno scelto la via del risparmio energetico grazie all’uso delle tecnologie al LED che, secondo i dati dello studio ‘Lighting the Clean Revolution’, sono più efficienti dell’85% rispetto all’illuminazione tradizionale. Un progetto interessante in quest’ambito, è stato portato avanti proprio dall’Italia, che lo scorso anno ha inaugurato un nuovo impianto di illuminazione al LED, realizzato sul ponte del raccordo autostradale A21 (uscita ‘Brescia Sud’), che unisce in una sola opera sia il concetto di risparmio energetico che quello di ‘scenografia estetica’. 

Per implementare l’eco-sostenibilità in autostrada, l’Italia sta valutando anche la possibilità di finanziare il primo programma di car sharing elettrico autostradale ad ‘impatto zero’ nella tratta Milano-Brescia: con 72 auto elettriche, 18 parcheggi di interscambio ed una serie di stazioni di ricarica fotovoltaica lungo tutto il percorso, il progetto ZET (Zero Emission Territory) farebbe risparmiare ogni anno 315 tonnellate di CO2 e 242mila euro di carburante. Qualcosa di simile, è già in fase di realizzazione in Olanda, dove si sta portando avanti un progetto di ‘corridoio elettrico’ sull’autostrada A15: ben 160 km di strada (partendo dai confini della Germania fino a Rotterdam) saranno infatti coperti da una serie di infrastrutture di ricarica e da circa 2000 auto elettriche destinate al car sharing per i privati (più altri 1.500 veicoli  per l’utenza ‘business’). La ricarica inoltre, verrà garantita ad “impatto zero” grazie alla costruzione di tre nuove ‘fattorie del vento’. 

Sempre in Olanda, in ambito di eco-sostenibilità autostradale si è deciso di sfruttare un progetto pilota che prevede di sostituire l’illuminazione classica con quella a LED nel tratto autostradale della A44 tra Burgerveen e Kaagbrug, lungo in tutto 8 km.  L’impiego dei sistemi di illuminazione ‘intelligente’ per il risparmio energetico nelle autostrade ha portato inoltre alla ricerca di soluzioni sempre più innovative nel campo della mobilità sostenibile. Non solo il LED quindi, ma anche l’idea proposta dallo studio olandese Roosegaarde, che prevede l’impiego di speciali polveri e vernici a ‘luminescenza’ (in sostituzione della classica illuminazione supplementare), può garantire enormi benefici per il settore della mobilità stradale. 

In ambito di mobilità elettrica e eco-sostenibilità in autostrada, il Giappone sta lavorando ad un progetto innovativo denominato ‘Ever, Electric vehicle on electrified roadway’, che sfrutta un principio di ‘ricarica in movimento’ delle auto elettriche in modalità wireless, grazie all’uso di un substrato conduttore di corrente continua situato sotto il manto stradale. Ovviamente, lo studio prende ispirazione, in parte, dalle quelle tecnologie che già vengono utilizzate in molte reti tramviarie e metropolitane, dove l’alimentazione dei convogli passa direttamente attraverso la tensione sui binari.

Questo articolo è stato letto 12 volte.

auto elettrica, autostrada, carsharing, ecosostenibilità autostrada, mobilità, mobilità autostradale, obilità elettrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net