In ufficio a piedi o in bici. L’impegno della Toscana

Condividi questo articolo:

In Toscana ci si impegna ad andare in ufficio a piedi, in bici o con i mezzi pubblici, per migliorare la mobilita’ e la qualita’ della vita. L’esempio arriva da Enrico Rossi, il governatore della Regione

 

Andare in ufficio a piedi o in bici. Oppure come alternativa con i mezzi pubblici, purché siano più efficienti e puliti. E’ questo l’impegno che si assume il governatore della Toscana Enrico Rossi, che in un post su Facebook ha accennato ad una rivoluzione della mobilità, ma anche della qualità della vita: ‘In Toscana vogliamo fare una rivoluzione. Ogni giorno 500mila toscani lasciano l’auto e viaggiano su mezzi pubblici. Noi vogliamo che viaggino puntuali, comodi e in ambienti dignitosi. Ce la faremo. Così aumenterà chi prende il mezzo pubblico e le città saranno meno congestionate dal traffico automobilistico’.

 

Con questo post Enrico Rossi punta ad una mobilità più sostenibile e si impegna personalmente a migliorare l’efficienza, la pulizia e la puntualità dei mezzi di trasporto pubblici, ma chiede anche la collaborazione dei suoi cittadini. ‘E poi oltre ai mezzi pubblici c’è la bicicletta e spesso anche si può andare anche a piedi. Facciamo un patto: io mi impegno su treni e pulman. Non sarà facile ma ci riuscirò. E da domani tutti insieme in bici o a piedi quando si può. Comincerò anch’io: in uffico sempre a piedi. Mezz’ora di camminata per andare e mezz’ora per tornare non possono farmi che bene’, conclude Rossi.

gc 

Questo articolo è stato letto 7 volte.

bici, mobilità, sostenibile, toscana

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net