Brebemi: un’autostrada da Flop. un sacrificio di suolo da evitare?

L’autostrada Brebemi si rivela un flop e per acquisire automobilisti lancia sconti sul pedaggio

 

C’è un’autostrada deserta (quasi sempre): è la BreBeMi che collega Brescia e Milano, inaugurata lo scorso luglio alla presenza del premier Matteo Renzi. Per evitare il fallimento, la società ha proposto lo sconto del 15% sul pedaggio. La promozione vale fino al 31 maggio e permetterà ad automobilisti, autotrasportatori e pendolari dotati di Telepass di risparmiare sulla nuova A35, che collega Brescia e Milano.

‘Abbiamo promosso quest'iniziativa con l'obiettivo di favorire la conoscenza e la fruizione del nuovo asse autostradale’, ha annunciato l'ad di BreBeMi Claudio Vezzosi.

L’autostrada, fino ad oggi, non è stata molto trafficata ed è per questo che si animano nuove e vecchie polemiche. Legambiente, già a settembre scorso, aveva sollevato il caso, parlando di ‘16.000 veicoli al giorno lungo la tratta che attraversa uno dei territori più industrializzata’. ‘Niente se confrontato con i 280.000 della A4, poco più lunga ma con tariffe molto più basse - attacca Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia - L'ecomostro d'asfalto che taglia la bassa bergamasca è deserta. È un sacrificio di territorio che doveva essere evitato’.

 

L’autostrada è stata costruita in 18 anni: 13 son serviti a superare la burocrazia, 5 a costruire la strada.

gc 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER