ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Caos Procure: Salvini, 'non chiedo nulla a Mattarella, fiducia in sua valutazione'-M5S: ex grillini all'Ars, 'Non aderiremo alla maggioranza, continuiamo a decurtarci stipendi'-Ue: Battelli a Fornero, 'no donne in audizione? Invitate Lagarde e Von der Leyen' (2)-Governo: P.Chigi, ipotesi rimpasto fantasiosa, squadra è unita e compatta-M5S: ex grillini Ars, 'saremo ago bilancia in aula, finire legislatura in maniera dignitosa'-Caos Procure: Salvini, 'non credo a complotti ma legge sia uguale per tutti'-'La ripartenza del calcio italiano', evento online del Csb il 3 giugno-**M5S: Foti, 'obbligati a lasciare il movimento perché non eravamo liberi di pensare'**-Fase 2: Salvini, 'giusta cautela ma si dica che Italia è sicura per tutti'-M5S: Foti, 'lascio il movimento che ha tradito il suo programma, solo comunicati stampa'-M5S: Foti, 'lasciando non abbiamo tradito né gli elettori né il movimento'-Coronavirus: Salvini, 'se Fontana in Procura allora convocare anche Conte'-Coronavirus: Salvini, 'vergognosa convocazione Fontana in Procura'-Fase 2; Salvini, 'si parta tutti insieme da lunedì o dal 3 giugno'-**M5S: cinque deputati Ars lasciano il movimento e fondano 'Attiva Sicilia'**-Fibra ottica di Open Fiber raggiunge Ragusa, investimento da 8 mln-Dal mal di schiena all’artrite reumatoide: l’urgenza non è solo il Covid-19-Fase 2: Musumeci, 'la Sicilia sarà una regione a turismo speciale'-Covid19: funziona davvero l'idrossiclorochina?-Coronavirus: procura Bergamo convoca Bonometti su mancata zona rossa

In Inghilterra una rete per la ricarica veloce delle auto elettriche

Condividi questo articolo:

Per facilitare la vita a chi preferisce l’auto elettrica, la gran Bretagna ha pensato alla realizzazione di una rete estesa di punti di ricarica veloce

In Inghilterra arriva la prima rete per ricaricare le auto elettriche in pochi minuti, permettendo agli automobilisti di percorrere con la propria auto ecologica tratti di strada anche lunghi, senza la paura di rimanere con la batteria scarica. Il progetto inglese che punta a diffondere la mobilità elettrica fino ad oggi limitata dall’autonomia dei veicoli e dall’assenza di un’infrastruttura di ricarica nazionale.

Il progetto della costruzione di una grande rete per ricaricare le auto elettriche in pochi minuti porta la firma di Engenie, operatore nel settore delle ricariche per veicoli elettrici, e di Schneider Electric che ha fornito i terminali di ricarica rapida da 50KW in corrente continua. Le unità di ricarica rapida EVlink saranno installate nei prossimi mesi nelle aree di servizio stradali Roadchef, presenti in tutto il Paese. In tutti i punti della Gran Bretagna, quindi, sarà possibile ricaricare la propria auto elettrica in breve tempo.

E ancora. Il progetto non prevede solo una rete di punti di ricarica veloci per auto elettriche. Per facilitare la vita a tutti coloro che utilizzano le auto elettriche, per il pagamento della ricarica è stata preferita una tecnologia che prevede un pagamento a consumo invece di un pagamento con abbonamento, così da consentire agli automobilisti di pagare solo il costo dell’energia necessaria. Una ricarica  rapida, di 30 minuti, presso una delle nuove stazioni di ricarica può fornire l’energia necessaria per percorrere oltre 150 chilometri, con un risparmio che può arrivare al 75% rispetto al costo della benzina o del gasolio.

(gc)

Questo articolo è stato letto 3 volte.

auto elettriche, ricarica auto elettriche, ricarica auto elettriche Inghilterra, ricaricare auto elettriche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net