Da Pneumatici esausti si ottiene energia e materiali preziosi

Condividi questo articolo:

Dal riciclo delle gomme auto si ottiene un gas, che puo’ essere sfruttato come combustibile per motori, e il carburo di silicio, una sostanza costosa e molto richiesta

 

Per smaltire gli pneumatici dell’auto l’Europa ha promosso il progetto Tygre, i cui esperimenti per il riciclo delle gomme auto sono condotti dall’italiana Enea. Per riciclare uno pneumatico, tutte le sue parti devono essere riscaldate a vapore in uno speciale reattore a 1.000 gradi centigradi. Da questo processo si ottiene un gas, utilizzato anche per alimentare il meccanismo di riscaldamento: si tratta di sinygas, un composto di idrogeno, monossido, biossido di carbonio e metano che può essere sfruttato come combustibile per motori o per altri svariati scopi, data la sua capacità calorifica molto vicina a quella del gas naturale.

Durante il processo di riciclo degli pneumatici si ottiene, dalla gassificazione, anche il carburo di silicio, una sostanza costosa e molto richiesta dall’industria dell’elettronica e della ceramica.  Il carburo di silicio è, infatti, molto utilizzato nella metallurgia, nella ceramica, in molte altre varietà di prodotto.

Se il progetto Tygre e le sperimentazioni dell’Enea avranno esito positivo dal riciclo delle gomme dell’auto si potrà ottenere, carburante, quindi energia, e sostanze utili e preziose. Al momento l’Enea sta conducendo le sue sperimentazione al Centro Ricerche Trisaia, dove circa 30 chili di pneumatici vengono riciclati ogni ora.

(gc) 

Questo articolo è stato letto 5 volte.

auto, gomme auto, pneumatici, riciclo pneumtaici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net