Shoah: Carfagna, ‘ricordare è imperativo categorico’

Condividi questo articolo:

Roma, 27 gen. (Adnkronos) – “L’aggressione di stampo nazista alla scrittrice Lia Tagliacozzo che presentava il suo libro sulla memoria, un recente analogo episodio a Zurigo dove un evento online della Jewish Liberal Congregation è stato interrotto da hacker antisemiti, l’arresto a Savona di un ragazzo che progettava attentati a ebrei e donne, l’indagine successiva che ha rivelato una rete neonazista ampia e organizzata. La crescita di questi episodi aberranti rende ancora più prezioso e sacro il Giorno della Memoria. Ricordare è un imperativo categorico, ma la sola consapevolezza storica oggi non basta”. Lo afferma Mara Carfagna, deputata di Fi e vicepresidente della Camera.

“Per difendere la libertà -aggiunge- è necessario agire, coltivare in ogni ambito una cultura basata sulla democrazia e sul rifiuto di ogni forma di discriminazione, intolleranza, odio e pregiudizio. Dobbiamo prendere e portare a esempio gli uomini e le donne che perfino nell’inferno dei lager sono stati capaci di restare fedeli alla propria dignità umana, perché è uno dei modi più efficaci per consegnare alle giovani generazioni il dovere di assumersi sempre la responsabilità delle proprie azioni, del proprio futuro e di quello della collettività”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net