Sanremo: famiglia Tenco,’da Palombelli chiacchiericcio pregno di ignoranza e incoerenza’

Condividi questo articolo:

Sanremo, 8 mar. (Adnkronos) – “Le Sue parole, passando per il racconto diseducativo di una Sua bravata adolescenziale, sono risultate come una forzatura per arrivare a parlare in modo inopportuno di Luigi Tenco: ‘pensate che Luigi Tenco proprio qui (al Festival) giocando con una pistola ha trovato la morte’”. Così, la famiglia Tenco, in una lettera aperta a Barbara Palombelli, secondo cui lo scorso 5 marzo, a Sanremo, ha “diffuso notizie improbabili sulla vita di Luigi Tenco”.

“A ciò si aggiunga il fatto – prosegue la lettera – che questa ed altre Sue gravi affermazioni sarebbero frutto di un’intervista con Gino Paoli che, come è noto a tutti e diversamente da Luigi Tenco, ha certamente cercato la morte per suicidio ma senza riuscirci (fortunatamente). Questo chiacchiericcio, pregno di ignoranza sull’argomento da una parte e di incoerenza dall’altra parte, non rende merito alla categoria dei giornalisti a cui apparterrebbe e nemmeno al servizio televisivo pubblico che ha deciso di farLa esibire su Rai1, ma soprattutto non può essere considerato un criterio onesto alla base di affermazioni lesive come quelle che ha fatto nel Suo show del 5 marzo davanti a milioni di telespettatori dove, oltre a diffondere notizie false, ha banalizzato un fatto grave come quello che accadde a Luigi Tenco”.

“Voglia, dunque – conclude la famiglia Tenco – accettare il nostro totale fastidio e rifiuto al Suo ‘grandissimo abbraccio a Luigi’ che ci è sembrato strumentale e irrispettoso dei valori umani ed artistici del nostro amato Luigi”.

Questo articolo è stato letto 2 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net