ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Olimpiadi: Fisi, 7 convocati sci alpino maschile per Pechino 2022-**Quirinale: tiene asse Pd-M5S-Leu, sospetti su Salvini, 'Casellati? Vuol far saltare tutto'**-**Quirinale: tiene asse Pd-M5S-Leu, sospetti su Salvini, 'Casellati? Vuol far saltare tutto'** (2)-**Quirinale: tiene asse Pd-M5S-Leu, sospetti su Salvini, 'Casellati? Vuol far saltare tutto'** (3)-**Quirinale: Conte a caccia soluzioni, crepe M5S su Draghi al Colle e tentazione opposizione**-**Quirinale: Conte a caccia soluzioni, crepe M5S su Draghi al Colle e tentazione opposizione** (2)-Quirinale: a vuoto secondo scrutinio, schede bianche, 39 voti per Mattarella e Maddalena (2)-Quirinale: domani terzo scrutinio alle 11-Sci: Goggia, 'avanti con fiducia'-Olimpiadi: Moioli a Goggia, 'sei in grado di compere miracolo, ti aspettiamo in Cina'-Quirinale: Letta, 'nostra proposta è via tatticismi per nome super partes'-Quirinale: a vuoto secondo scrutinio, 527 schede bianche, 39 voti per Mattarella e Maddalena-**Quirinale: voto per Franco Grillini**-**Quirinale: avanti a oltranza, contatti e incontri anche nella notte tra leader**-Berlusconi: Marina torna al San Raffaele, in visita anche Confalonieri-Quirinale: Letta, 'abbiamo buona volontà di trovare soluzione condivisa'-**Quirinale: Letta, 'domani giorno chiave, giovedì arriva voto con il 51%'**-Quirinale: bimba saluta Mattarella sotto casa, in lockdown gli aveva scritto tre letterine-Quirinale: Letta, ‘chiudiamoci dentro stanza e via la chiave fino a soluzione’-Quirinale: Letta, 'non abbiamo voluto fare la guerra delle due rose'

Mafia: blitz a Gela, ‘Chiudi o ti uccidiamo’, costretto a chiudere per minacce boss

Condividi questo articolo:

Palermo, 1 dic. (Adnkronos) – Sono tre le ordinanze di applicazione della misura cautelare in carcere emesse dal Giudice per le Indagini preliminari presso in Tribunale di Caltanissetta nell’ambito dell’operazione antimafia eseguita questa mattina dalla Squadra mobile di Caltanissetta. Le misure sono a carico di tre gelesi: F.M di 51 anni, T.M di 50 anni e C.E. di 44 anni, a vario titolo indagati per i delitti di associazione per delinquere di tipo mafioso, in relazione alla loro appartenenza alla famiglia di “cosa nostra” operante in Gela, nonché di estorsione aggravata dal metodo mafioso. L’indagine, coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, ha avuto inizio nel luglio del 2019, ed “aveva come proprio iniziale focus investigativo la verifica della sussistenza di anomali rapporti tra due collaboratori di giustizia (anch’essi indagati nel presente procedimento), già appartenenti alla organizzazione cosa nostra e soggetti tuttora affiliati alla stessa operanti in Gela”. In particolare, una delle vittime, un negoziante è stato costretto a chiudere la sua attività dopo le ripetute minacce dei boss mafiosi.

Le complesse attività investigative svolte, “oltre a far emergere macroscopiche violazioni alla disciplina in tema di collaborazione con la giustizia da parte degli intercettati, ha consentito di verificare come i predetti abbiano mantenuto rapporti costanti con soggetti, tuttora appartenenti alla famiglia mafiosa Rinzivillo di Gela, tra cui quelli tratti in arresto nella presente indagine”.

Il successivo espandersi delle attività investigative svolte dalla Squadra Mobile di Caltanissetta sia con indagini di tipo tradizionale, appostamenti e pedinamenti, che di tipo tecnico, intercettazioni di migliaia di conversazioni tra soggetti di elevato spessore criminale, ha fatto emergere un quadro probatorio di rilevante gravità a carico degli indagati sia in relazione alla fattispecie di associazione a delinquere di stampo mafioso, sia in relazione alla contestata ipotesi di estorsione aggravata.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net