Letteratura: Brontë Society lancia campagna per bloccare asta manoscritti

Condividi questo articolo:

Londra, 16 giu. – (Adnkronos) – La Brontë Society, società letteraria fondata in Inghilterra nel 1893, nata per raccogliere e custodire i cimeli appartenuti alla famiglia che vanta tre sorelle scrittrici, ha chiesto formalmente al Parlamento di Londra di fermare la dispersione all’asta della “Honresfield Library”.

La collezione tra l’altro comprende “un incredibilmente” manoscritto inedito delle poesie di Emily Brontë (1818-1848), famosa come autrice del romanzo “Cime tempestose”, con molte correzioni a matita da parte di sua sorella Charlotte (1816-1855), nota soprattutto per il romanzo “Jane Eyre”. La Brontë Society ha invitato, inoltre, il pubblico dei lettori britannici a unirsi alla loro lotta contro questa controversa asta utilizzando l’hastag #SavetheHonresfeldLibrary su Twitter.

La “Honresfield Library”, ribattezzata “la biblioteca perduta”, sarà messa all’asta da Sotheby’s online dal 2 al 13 luglio; fu creata dall’aristocratico britannico William Law (1836-1901) e ampliata da suo fratello Alfred Law (1838-1913) e suo nipote Sir Alfred Joseph Law (1860-1939). La grande ricchezza di questa “straordinaria collezione” risiede nelle opere appartenenti alle tre sorelle scrittrici Charlotte, Emily e Anne. In particolare spicca il quaderno con 31 poesie scritte tra il 1844 e il 1846 da Emily, che da solo verrà messo all’asta con una stima tra 1,3 milione e 1,8 milioni di dollari.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net