Femminicidio: Spadoni, ‘da Palombelli parole aberranti’

Condividi questo articolo:

Roma, 17 set. (Adnkronos) – “Le dichiarazioni della giornalista Palombelli, che ha affermato che un femminicidio può essere l’effetto del comportamento esasperante della vittima, sono aberranti. Non si può nel 2021 ricorrere alla terribile e falsa narrazione, che, se una donna viene violentata o uccisa, è perché ha istigato il suo carnefice. Sono parole talmente gravi e inaudite che quasi si fa fatica a credere che possano essere state pronunciate da una giornalista; dichiarazioni ancor più da condannare poiché, si sa, quanto i mezzi di informazione siano potenti nell’influenzare le opinioni delle persone”. Lo afferma Maria Edera Spadoni, deputata M5S e vicepresidente della Camera.

“Il mio pensiero -aggiunge- va alle 83 vittime di femminicidio dall’inizio dell’anno, in loro nome rinnoviamo quotidianamente il nostro impegno. Mi auguro che la Palombelli risponda nelle sedi opportune e che vengano adottati nei suoi confronti adeguati provvedimenti. Non solo, attendo le sue pubbliche scuse”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net